La Regione stanzia fondi per assumere i giovani

regione

Il piano mira a ridurre la disoccupazione giovanile isolana.

La Regione Sardegna darà un bonus alle aziende che nel 2018 assumeranno dei giovani. L’incentivo andrà a sommarsi a quelli già stanziati dal Governo.

Lo hanno annunciato alla stampa oggi in Fiera, in occasione del Sardinian Job Day, il presidente della Regione Francesco Pigliaru e l’assessore del Lavoro Virginia Mura. Illustrando l’iniziativa, hanno specificato che si rivolge in particolare ai giovani ed è oggetto di una campagna di informazione verso le oltre 4000 imprese sarde con un tirocinio attivo e che, grazie a questo ulteriore incentivo, potrebbero con maggior facilità trasformare in un contratto di lavoro, ancor più favorito se è a tutela crescente.

Si tratta di una cifra che si ipotizza potrà andare dai 3 ai 4 mila euro, cumulabile con gli 8000 dell’iniziativa che il Governo, attraverso la defiscalizzazione, riserva alle imprese del Meridione. L’ipotesi a cui si sta lavorando prevede che nel caso di assunzione a tempo determinato, ma comunque oltre i 12 mesi, le imprese potranno usufruire solo del bonus regionale, mentre con la stipula di contratti a tutela crescente i due incentivi potranno cumularsi.

Le imprese che hanno attivato i tirocini “saranno le prime ad essere sensibilizzate – ha spiegato Francesco Pigliaru -, perché hanno già avuto modo di conoscere e testare una persona e se il rapporto funziona da entrambe le parti, con questo incentivo si può superare più facilmente il problema del costo di assunzione. Vogliamo che questa politica prediliga i giovani, perché gli ultimi dati sulla disoccupazione giovanile in Sardegna dipingono un quadro fosco, con un inaccettabile 56%. Ridurre significativamente e rapidamente questo dato così negativo è un obiettivo per noi fondamentale.

(Visited 235 times, 1 visits today)

Note sull'Autore