La Faradda dei Candelieri: la festha manna a Sassari

La Faradda dei Candelieri è la festha manna, festa grande, dei sassaresi

Si celebra da oltre 700 anni il giorno prima della festa della Madonna Assunta, ogni 14 agosto a Sassari.

Secondo la tradizione, la festa deriva da un voto fatto alla Madonna Assunta, che avrebbe salvato la città dalla peste del 1652. La discesa è una processione danzante in cui vengono trasportati a spalla, dai rappresentanti dei gremi, i “candelieri” (che sono dei ceri simbolici, in forma di grandi colonne di legno). Queste colonne, dette Candelieri, percorrono Corso Vittorio Emanuele II fino a Porta Sant’Antonio e dal Corso Francesco Vico arrivano alla chiesa di Santa Maria di Betlem.

Ogni anno per la festha manna, a Sassari, si contano oltre 100.000 persone che arrivano sia da tutta Italia che dall’estero. Nel 2013 è stata inserita nel Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’Unesco e fa parte della Rete delle grandi macchine a spalla italiane.

I protagonisti della festa sono i Gremi, le antiche associazioni di arti e mestieri di origine spagnola. A Sassari sono nove: i piccapietre (cioè i lavoratori della pietra), i viandanti (persone che viaggiano per commercio), i contadini, i falegnami, gli ortolani, i calzolai, i muratori, i sarti e i massai.

 

Per maggiori informazioni

Sito del Comune di Sassari

Note sull'Autore