Venerdì al museo archeologico di Olbia le masterclass di odaka yoga

yoga

 

L’odaka yoga è una pratica fisica, emotiva e di ascolto che armonizza fitness e arti marziali.

L’associazione  Jiva Yoga Shala Asd, con il patrocinio del Comune di Olbia, organizza per venerdì 8 e sabato 9 dicembre (dalle ore 9.30 alle ore 11.30) le master class gratuite di odaka yoga – consapevolezza, armonia, fluidità”.

Le lezioni, gratuite ed aperte a tutti (è sufficiente presentarsi al Museo), saranno tenute da due maestri quali Roberto Milletti, fondatore dello stile “Odaka Yoga”, e Francesca Cassia, co-fondatrice della disciplina.

«In qualità di Presidente della Commissione Cultura, Sport e Spettacolo del Comune di Olbia, – commenta Simonetta Padre – non posso che ritenermi soddisfatta in quanto è la prima volta che si aprono le porte di uno spazio culturale così importante per ospitare una disciplina altrettanto importante quale è lo yoga. È una grande opportunità per tutti i nostri concittadini, per chi già pratica e per chi praticherà per la prima volta.”

Jessica Gandini, grazie al supporto dell’Associazione Jiva Yoga Shala Asd, ha contribuito a rendere possibile l’evento, a costo zero per l’Amministrazione Comunale.

Il Maestro Roberto Miletti invece commenta così «L’idea di aprire queste due giornate al pubblico è quella di diffondere lo yoga, rendendolo fruibile a tutti. La disciplina offre l’opportunità di trovare l’equilibrio attraverso il corpo e riscoprire quella serenità cui tutti aneliamo».

L’Odaka yoga è uno stile innovativo nel rispetto della tradizione. Si tratta di una pratica fisica, emotiva e di ascolto. Armonizza fitness, arti marziali e ricerca della serenità interiore in una disciplina volta alla fluidità, adattabilità e cedevolezza «che è tutt’altro rispetto all’arrendevolezza» dice il Maestro.

I due Maestri parlano della Sardegna come di una terra dove si pratica molto bene, dalle alte vibrazioni, così come i suoi abitanti. L’apparente chiusura del popolo sardo è da loro percepita come ricettività e grande sensibilità.

«La nostra Amministrazione Comunale è onorata di avere ad Olbia due Maestri di livello mondiale come loro, ci auguriamo che questo sia solo il principio e che in un futuro si possa anche fare un vero e proprio festival di questa disciplina» conclude l’Assessore.