Capodanno a Olbia, è ufficiale: il programma e i concerti

Il programma del Capodanno a Olbia.

Sarà il grande rapper J-Ax la star del capodanno olbiese 2017. Ma la serata sarà ben più articolata in un grande spettacolo per intrattenere il pubblico tutta la notte ed accontentare gli spettatori di ogni età.

“Abbiamo voluto investire sul capodanno perché siamo assolutamente convinti che attraverso le manifestazioni di forte impatto e di grande risonanza possiamo rafforzare l’immagine della nostra bellissima città, così come avvenuto con gli altri grandi eventi che hanno accompagnato il 2017 come Shardana, Giro d’Italia, Rally, “14 Latino” a Ferragosto,  Kisthos e S’Iscuru. – afferma il Sindaco di Olbia Settimo Nizzi – Olbia ha tutte le potenzialità per diventare un polo di attrazione turistica che va oltre il periodo estivo. Perché questo accada occorre offrire prodotti turistici competitivi ed in grado di catalizzare l’attenzione del vasto pubblico”.

Un investimento di oltre 400 mila euro per la notte di San Silvestro per un programma ricco di eventi che partiranno dalla prima serata e proseguiranno fino a tarda notte.

J-Ax sarà la star protagonista che accompagnerà con le sue canzoni il pubblico fino al nuovo anno sul palco del Molo Brin, ma la serata inizierà con “Zoè- Il principio della vita” e proseguirà, dopo il concerto di J-Ax, con un grande spettacolo di fuochi d’artificio di “Parente Fireworks”, allo scoccare della Mezzanotte, una realizzazione che segue i canoni del “Made in Italy” dove la musica e i disegni creano un grande spettacolo. Per finire, il DJ Set.

“Puntare su eventi che abbiano un grande livello qualitativo, significa investire sulla nostra città. Olbia, non solo come destinazione finale, ma come porta per tutta la Sardegna – grazie al suo porto ed aeroporto – può diventare un punto di riferimento per tutta l’isola, in grado di incrementare il turismo interno alla Regione così come quello proveniente dall’esterno” conclude Nizzi.

La serata inizierà con lo spettacolo mitologico “Zoè – L’origine della vita”. Zoè, che significa Vita in greco antico, è uno spettacolo basato sull’uomo e la natura, realizzato attraverso scene poetiche alternate a momenti di intensa drammaticità e messo in scena come spettacolo di teatro di strada con l’uso di trampoli, fuoco, luci, effetti pirotecnici e costumi di scena.

Note sull'Autore

Matteo Cunegatti
Matteo Cunegatti