A Olbia arriva la crociera della solidarietà: 1500 ipovedenti e diversamente abili

Un doppio scalo in Sardegna dedicato alla disabilità. Un primo esperimento che conferma come l’inserimento di più porti dell’Isola nello stesso itinerario crocieristico non solo è possibile, ma, in alcuni casi, può spingersi oltre l’ordinaria gestione dei passeggeri.

Oggi e domani, infatti, la Sovereign toccherà, per la prima volta nella storia del crocierismo nella regione sarda, i porti di Cagliari ed Olbia nell’ambito di un tour mediterraneo dedicato a passeggeri ciechi, ipovedenti e diversamente abili.

La nave della compagnia Pullmantur, noleggiata per una crociera nel Mediterraneo dall’Once, Organizzazione nazionale ciechi spagnoli, è arrivata questa mattina alle 10 al molo Rinascita con 2500 passeggeri per una due giorni sarda dedicata allo svago e alla solidarietà.

Nella giornata di oggi, nonostante le intemperie, circa 800 ospiti hanno potuto visitare la città di Cagliari e i suoi monumenti, mentre altri 500 si sono concessi un po’ di svago nelle vie del centro ancora addobbate a festa per le celebrazioni del Santo Patrono. Con loro, anche Javier Marín Martinón, direttore dell’Itinerary Planning, Full Charter & Charter Flights della compagnia spagnola, che ha voluto seguire personalmente il tour ed ispezionare i porti toccati.

Tante le persone con mobilità ridotta accompagnate da famigliari e cani guida, per un’iniziativa, quella dell’associazione spagnola, che rientra in un lavoro lungo 80 anni a sostegno non solo di ciechi ed ipovedenti, ma anche di tutti i soggetti affetti da varie forme di disabilità.

Domani, invece, la nave arriverà, sempre allo stesso orario, al porto dell’Isola Bianca. Ad attenderli in banchina, 26 pullman che li accompagneranno per un breve tour in Costa Smeralda (1200 passeggeri), mentre un’altra parte visiterà la città di Olbia.

“Quello di oggi e domani è un evento straordinario – spiega Massimo Deiana, presidente dell’Autorità di sistema del Mare di Sardegna – Per la prima volta una nave da crociera tocca due porti sardi nell’ambito dello stesso itinerario. A questo va aggiunta la particolarità di un tour dedicato a passeggeri con disabilità che, sono certo, troveranno nei nostri scali la giusta accoglienza e professionalità nella gestione delle loro esigenze”.

Un primo esperimento, quello di oggi e domani, che apre uno scenario inedito nel mercato crocieristico sardo.

“Già in occasione di alcuni incontri internazionali dedicati alle crociere abbiamo ricevuto diversi input da parte delle compagnie sulla possibilità di effettuare toccate consecutive nella nostra Isola – conclude Deiana –. Una piccola rivoluzione che, grazie anche al coordinamento unico dell’Adsp, ci permetterà di far lavorare a pieno regime il sistema portuale sardo, far conoscere più approfonditamente l’offerta turistica isolana e, soprattutto, generare importanti ricadute economiche su tutto il territorio”.

(Visited 439 times, 1 visits today)

Note sull'Autore