A Olbia i parrucchieri regalano taglio e piega a persone in difficoltà economica

Un bell’esempio di solidarietà.

Olbia è famosa per essere una città   “ solidale” e gli olbiesi lo hanno dimostrato e lo dimostrano in diverse occasioni e non hanno perso occasione di dimostrare la loro generosità  i parrucchieri del salone “ No Fear” di via Roma n. 53.  Roby Cuccu, Giusi Loi e Fabrizio Pisano hanno  avuto una splendida idea mettendo  a disposizione la loro professionalità , donando  taglio e piega ad utenti in difficoltà economica, ma  soprattutto hanno deciso di  stabilire una collaborazione con i servizi sociali comunali che, attraverso l’assessore  Dott.ssa Simonetta Lai,  hanno fornito il nominativo delle persone  che riceveranno tale  “ regalo natalizio”.

La loro  generosità è  diventata anche abilità nel coinvolgere dei loro colleghi parrucchieri di altri saloni  ed anche esercizi commerciali che offrono i prodotti e precisamente: Siffa Parruchieri  centro Commerciale Terranova, Salone Piu via Roma, i prodotti vengono forniti gratuitamente dalle rivendite di  attrezzatura per parrucchieri “ Bella di più”  di via Vignola ed “Alijò cosmetics” di via Vena Fiorita 64.

Inoltre  collaboreranno gli allievi della scuola “DG Center” ( centro di formazione acconciatori  ed estetiste), che  forniranno il loro ausilio ai parrucchieri.

Insomma i parrucchieri di “ no fear” sono riusciti a fare grande opera di sensibilizzazione e coinvolgimenti anche tra altri operatori del settore creando una rete di solidarietà che permetterà di   ricevere “ tale dono” a   77  persone  di cui 42 minori, tutti situazione già  note al  servizio sociale comunale a tutti verrà regalato un taglio ed una piega secondo le loro richieste e sicuramente “ alla moda”. L’iniziativa mostra come  la solidarietà possa manifestarsi in vari modi e quella di mettere a disposizione la propria professionalità può essere uno dei tanti, speriamo che tale generosità possa essere  “contagiosa “ e che altri professionisti dei settori più disparati  ( perché no per esempio anche piccoli artigiani e/o manutentori  ) possano prendere esempio   in modo che possa diventare una vera e propria gara di solidarietà, che possa essere offerta in questo periodo come in altri dell’anno.

L’Assessore ai Servizi sociali ringrazia vivamente Roby, Giusi e Fabrizio per  la loro idea speciale e per  l’altruismo dimostrato, ma anche tutti coloro che hanno collaborato e sopra  indicati

Note sull'Autore

Matteo Cunegatti
Matteo Cunegatti