Pochi ricchi, tanti poveri: fotografati i portafogli della Sardegna. A Olbia in 456 superano i 120mila euro

Classifica stilata dal Sardinian socio-economic observatory sulla base dei dati forniti dal Ministero delle Finanze.

Un’isola sempre più povera, con i ricchi concentrati in poche zone e la povertà che la fa da padrone soprattutto nelle zone interne. E con Olbia e la Gallura che navigano nelle zone di metà classifica della ricchezza, salvandosi grazie soprattutto al turismo.

E’ questa, in sostanza, la classifica che risulta dai dati del Sardinian socio-economic observatory sulla base dei dati forniti dal Ministero delle Finanze. Una classifica in base alla quale un dato salta subito agli occhi: stando alle dichiarazioni dei redditi, e quindi fidandosi della buona fede dei cittadini della Sardegna, i ricchi sono pochi e i poveri sono sempre di più.

Passando ai numeri, si nota come i ricchi si concentrino soprattutto nei centri maggiori. In 191 Comuni su 377 nessuno supera i 120mila euro di reddito. In provincia di Cagliari sono il 2,8 ogni mille, Olbia-Tempio 2 su mille. Poi Sassari con 1,9 per mille, il Sulcis con 1,01, Oristano 0,85, Nuoro 0,68, Medio Campidano 0,53, e l’Ogliastra con 0,49. Per quel che riguarda le città, Olbia scende al quarto posto, con 456 abitanti oltre i 120mila euro, preceduta da Cagliari (3283), Sassari (1604), e Quartu (631). Alle spalle di Olbia c’è Alghero (397), e poi Nuoro 374, Oristano 359, Selargius 288, Capoterra 234, Iglesias 143,Carbonia 143, Arzachena 110, Assemini 96, Tempio 95, Monserrato 83, La Maddalena 78, Sestu 72, Porto Torres 67, Tortolì 63, Sinnai 60.

E se invece facciamo il rapporto di chi guadagna più di 120mila euro con la popolazione residente, allora alle spalle di Cagliare c’è subito Arzachena, forte del suo turismo milionario. E anche Palau, Loiri Porto San Paolo, San Teodoro e Golfo Aranci, tra i Comuni galluresi, superano Olbia.

(Visited 1.959 times, 1 visits today)

Note sull'Autore