Codecà e Lorenzi dominano la Baja Terre di Gallura

Gran successo per Suzuki che monopolizza il podio.

A bordo del Grand Vitara 3.6 V6 T1, Codecà e Lorenzi di Suzuki Italia s’aggiudica la seconda gara del Campionato Italiano Cross Country, dominando la classifica assoluta della gara gallurese. Suzuki monopolizza il podio, piazzando Petrucci e Manfredini al secondo posto assoluto, primi del Gruppo T2, Tomasini e Toffoli sul terzo gradino. Ventura e Musselli vincono la gara dei Side by Side, a bordo del Yamaha Quaddy. Morra e Abbondi primi del Gruppo TH su Mitsubishi Pajero.

Sono Tomasini e Toffoli ad aggiudicarsi il miglior tempo negli ultimi due settori selettivi della lunga giornata di gara, con il risultato all’equipaggio di Suzuki Italia riesce l’impresa di portarsi al terzo posto assoluto, ai danni di Bordonaro e Bono, che sono quarti.

L’ottima prestazione dei friulani, va a completare un podio targato Suzuki, sul quale salgono al primo posto assoluto i dominatori della Baja Terre di Gallura: Codecà e Lorenzi, a coronamento di una gara che hanno condotto dal primo all’ultimo metro. Con il Grand Vitara 3.6 V6 T1, l’equipaggio Suzuki ha superato alla grande tutte le insidie di un percorso segnatamente impegnativo e duro “Abbiamo affrontato una gara a due volti, dovendo prestare la massima attenzione nei scivolosi e stretti tratti del mattino, quindi attaccare nella parte centrale della gara ed arrivare al traguardo controllando. Il Grand Vitara s’è dimostrato affidabile e competitivo, come sempre, ed è andata benissimo”.

Successo che conferma la leadership di Suzuki tra i costruttori e di Codecà tra i conduttori, ottenuto in una gara dall’elevato coefficiente di difficoltà e di punteggi, che li lanciano sempre più al comando della classifica generale di campionato. La pesante affermazione di Codecà, arriva in concomitanza con l’improvvida battuta d’arresto di Borsoi e Rossi, i più temibili avversari che hanno dovuto abbandonare la gara anzitempo per rottura del motore del loro Mini One Racing.

Secondi sul podio assoluto sono il romano Petrucci ed il bresciano Manfredini, dominatori della classifica del Gruppo T2, dei veicoli di serie, aggiudicandosi la seconda gara del Suzuki Challenge, a bordo del Grand Vitara 1.9 DDiS T2 Poillucci. Terzi sono i pordenonesi Tomasini e Toffoli, davanti ai siciliani Bordonaro e Bono, quarti e secondi del T2 e del Suzuki Challenge, a bordo del Grand Vitara 1.9 DDiS T2.

Quinti all’arrivo sono l’emiliano Ferroni ed il lombardo Fiorini, con il Suzuki Grand Vitara proto, tagliando il traguardo di Berchidda terzi del Gruppo T1. Rallentati da inconvenienti tecnici Ananasso e Cancelli, sono quinti davanti al febbricitante Alessandro Trivini, in coppia col Paolo Trivini su Mitsubishi Pajero. Seguono Morra e Abbondi, primi di Gruppo TH con Mitsubishi Pajero , Lops e Marcon su Grand Vitara con mal funzionamento della
trasmissione.

Velocissimi a bordo del Quaddy Yamaha, i torinesi Ventura e Musselli vincono di rimonta la gara dei Side by Side, riuscendo ad aver la meglio del genovese Roberto Bozano, secondo al traguardo con il Polaris Razor, e di Mazzer e Francini lungamente al vertice della classifica, quindi rallentati nel finale concitato a bordo del Yamaha Quaddy. Classifica dopo ultimo settore selettivo: 1. Codecà-Lorenzi (Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1) in 1:44’47; 2. Petrucci-Manfredini (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2) a 1’58; 3. Tomasini- Toffoli (Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1) a 2’49; 4. Bordonaro-Bono (Grand Vitara 1.9 DDiS T2) a 2’53; 5. Ferroni-Fiorini (Suzuki Proto Grand Vitara T1) a 6’42; 6. Ananasso-Cancelli (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2) a 11’06; 7. P. Trivini Bellini- A. Trivini Bellini (Mitsubishi Pajero 3.2 DID T2) A 11’52; 8. Lops-Marcon (Suzuki Grand Vitara) a 20′; 9. Alfano- Marsiglia (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2) a 1:28’24; 10. Luchini-Bosco (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2) a 2:23’45

(Visited 74 times, 1 visits today)

Note sull'Autore