Calcio, Alessio Mulas anima golfarancina

Qualità, sogni e speranze dell’attaccante Mulas.

Alessio Mulas è una gemma preziosa del calcio gallurese. Attaccante moderno dotato di intelligenza tattica, velocità e tecnica non comuni, ma anche di qualcosa di molto particolare: l’anima golfarancina. “A Golfo Aranci siamo molto legati al nostro paese. E’al tempo stesso un pregio, un difetto e un limite“. Come si fa a non innamorarsi di quella splendida cartolina davanti a Figarolo. “Siamo fatti così“. Nelle ultime stagioni Alessio ha rinunciato a giocare in categorie più consone al suo livello pur di indossare la maglia bluarancio della squadra golfarancina in Prima. “Amo quei colori. Non si può esprimere con le parole ciò che provo ad indossarli“. L’alba di Alessio faceva presumere traguardi molto rosei. “Ho fatto la trafila nelle giovanili dell’Olbia sin dai Giovanissimi”. Le sue qualità sono evidenti e qualcuno pensa di poterle sfruttare sin da subito. “Giuseppe Leggieri mi fece esordire da titolare con la maglia bianca in Eccellenza a 16 anni in un derby con la Torres al Nespoli. Colpii un palo, ma perdemmo 2 a 0″. Una data indimenticabile: “E’ scolpita nell’album della mia vita”.

Una serie inusitata di infortuni non fanno sbocciare quella gemma golfarancina. Che si rifugia nelle sue origini segnando caterve di reti per l’undici della sua comunità. Alessio matura sui campi di periferia, dove molto spesso i calci prevalgono sul calcio. “Ne ho presi tanti. Ma proprio tanti”. La maturazione fa venir fuori la giusta ambizione. “Ho messo sempre l’umiltà davanti a tutto. Ma adesso voglio vedere cosa riesco a fare in un campionato di livello più alto”. Perchè i numeri vanno sempre interpretati: “Una cosa è fare 30 gol in Prima Categoria; un’altra è farne 8 in Eccellenza dove te li devi zappare uno ad uno con sacrificio e sudore”.

Il Porto Rotondo è la  vetrina ideale per i sogni e le speranze del 23eenne Alessio Mulas: “Una società e un gruppo meravigliosi. Sono caratteristiche difficili da trovare”. Dopo averlo assaggiato a 16 anni ecco di nuovo il massimo campionato regionale:”Se sarà Eccellenza la affronterò con una coscienza diversa. Ma anche qualora dovesse essere Promozione. Sono cambiato. Ritengo questa stagione un passaggio fondamentale per la mia carriera. Da cui ripartire”. E il Golfo Aranci? : “Giocherò con due maglie. Sotto ci sarà sempre quella bluarancio”.

 

Note sull'Autore