Economia e lavoro: il mercato digitale alla scoperta dei prodotti tipici e delle eccellenze sarde

Capire dove aprire un negozio online è importante per ottimizzare al massimo le vendite, ma di sicuro la Sardegna è una regione che ha tantissimi prodotti tipici da offrire, infatti le eccellenze sarde sono davvero numerose e il mercato digitale potrebbe costituire una fonte di guadagno e consentire ai piccoli imprenditori locali di promuovere la tradizione enogastronomica.

Vendere online non è sempre semplice e bisogna comunque studiare bene le dinamiche e comprendere il settore di riferimento più appropriato, le strategie di marketing migliori e anche le modalità di vendita che possono essere meno rischiose. Nell’ultimo caso, potrebbe essere utile studiare che cos’è il dropshipping, una modalità di vendita molto semplice che consente di vendere online facendo da tramite fra l’acquirente e il fornitore. I prodotti tipici sardi vengono esportati in tutto il mondo, per questo aprire un’eCommerce potrebbe essere un’ottima idea, soprattutto alla luce dei dati emersi dal periodo di lockdown, che hanno visto i negozi online resistere alla crisi e addirittura moltiplicare le proprie vendite. Ecco i prodotti tipici sardi da proporre e vendere online.

Il miele.

La Sardegna non è solo mare limpido e acque cristalline, fra i prodotti tipici, il miele sardo presenta una tradizione millenaria che risale fino ad Aristeo. Si narra, che fu egli ad importare l’arte di preparare il miele, rimedio efficace nella medicina tradizionale e specialità dolciaria. Sull’isola sono presenti tantissime varianti.

I culurgiones.

Piatto tipico dell’Ogliastra, i culurgiones sono ravioli che vengono preparati con acqua, farina e un ripieno di formaggio acido e patate. Prendono la forma di un cornetto a punta e sono fra le specialità sarde più gettonate dai turisti sull’isola e in tutto il mondo per le esportazioni. Sono presenti diverse varietà e tipologie a seconda della zona in cui vengono cucinati.

Il tonno.

I mari sardi offrono il miglior tonno da più di 500 anni, la tipologia più pregiata è il tonno di corsa, che presenta una carne ricca di numerose sostanze nutritive per l’organismo umano. Il sapore è delicato e può essere cucinato da solo con diversi condimenti, oppure diventare protagonista di tantissime ricette. Il tonno sardo è apprezzato dai migliori chef di tutto il mondo. Il nome tonno di corsa deriva dalla migrazione dei pesci, che fra aprile e maggio si muovono veloci verso il canale della Sicilia, passando per la Sardegna.

La bottarga.

Questo alimento è realizzato con uova di pesce salate ed essiccate naturalmente. Le varietà di pesce possono essere il tonno e il cefalo (detto anche muggine), entrambi presentano un sapore delicato. Questo tipo di pesce è preparato in numerose zone dell’isola, il suo sapore è delicato ed è un antipasto molto prelibato. È possibile accompagnarlo con contorni di sedano o carciofi e condirlo con un filo di olio.

Pecorino sardo.

Non c’è bisogno di presentazioni per questo tipo di formaggio DOP che identifica la Sardegna in tutto il mondo. È confezionato in caciotte che non superano i 3 chili, per questo motivo consentono anche una spedizione senza particolari problemi. Le tipologie sono due: dolce o maturo. La differenza principale avviene in base al periodo di stagionatura.

(Visited 116 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!