Tamponi rapidi e tracciamento, a Santa Teresa una task force anti Covid

La task force contro il coronavirus.

Una settimana fa l’assessore ai Servizi sociali Samanta Coppi aveva annunciato la costituzione di una task force anti Covid nel Comune di Santa Teresa Gallura. In occasione del primo incontro del neo consiglio comunale, il consigliere di minoranza Paolo Sardo aveva chiesto un aggiornamento della situazione per sapere quando entrerà in azione lo screening di massa.

L’assessore Coppi ha imputato il ritardo dello screening ad una serie di problemi tecnici da parte dell’Ats di Olbia. Ma il sindaco Nadia Matta ha assicurato di aver sentito al telefono il direttore della Asl di Olbia, Paolo Tauro, il quale le ha garantito che entro la prossima settimana arriveranno i tamponi per lo screening e l’Ats di Tempio sta già provvedendo a calendarizzare questo intervento.

“In questo modo – afferma il neo sindaco – saremo in grado di dare questo servizio anche ad altri comuni vicini, come Aglientu e uogosanto”. L’assessore spiega: “Saranno tamponi molecolari indicati per tutti i cittadini che hanno avuto un esito positivo al tampone rapido, e ai loro contatti, e cioè familiari, amici stretti, colleghi di lavoro”. “Abbiamo già provveduto ad ordinare 200 tamponi rapidi, come primo intervento volto a controllare i piccoli focolai che si stanno presentando in paese”. 

La modalità di svolgimento del lavoro della task force sarà del tipo “drive in”. “La zona individuata allo scopo – fa sapere l’assessore – è quella all’interno dell’androne del teatro. Da qui sarà possibile incanalare il traffico da via Elena d’Arborea e farlo confluire in via del Porto, evitando possibili contatti tra gli utenti. Con questa soluzione non ci sarà bisogno di installare eventuali tensostrutture”.

Per Sandra Careddu, assessore all’Ambiente, i piccoli focolai che si sono sviluppati fino ad ora sono tutti controllati. Infatti, è già attiva una comunicazione giornaliera tra il sindaco, i sanitari, l’assessore referente e i soggetti coinvolti per far fronte a questa situazione. E non viene meno la comunicazione telefonica tra questi soggetti e coloro che sono affetti dal virus che sentono il bisogno di conforto. “Il fine della task force sarà quello di decidere quale strada intraprendere in ogni situazione di emergenza”, ha puntualizzato il sindaco Matta. 

(Visited 917 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!