Guerrilla Art “Vota per me”, anche a Olbia i manifesti elettorali dedicati ai migranti

Azione pacifica firmata dal fotografo Gianluca Vassallo.

Non sono candidati alle prossime elezioni politiche, non voteranno, ma sono comparsi sui cartelloni elettorali in molte città della Sardegna, da Olbia a Cagliari. Sono migranti, persone che spesso si trovano a fare lavori che gli italiani non vogliono più fare. Protagonisti di una campagna ideata dal fotografo campano, ma da tempo residente a San Teodoro, Gianluca Vassallo, che ha voluto portare al centro dell’attenzione volti e storie di migranti.

Storie vere, di persone vere, con il preciso obiettivo di scavalcare le strumentalizzazioni e le generalizzazione che la campagna elettorale sta facendo sulla pelle degli extracomunitari. Ecco quindi l’idea della Guerrilla Art “Vota per me”: manifesti con volti di migranti piazzati esattamente negli spazi riservati alla propaganda elettorale.

E infatti “rispondere alla violenza verso i migranti che, già prima dei fatti di Macerata, ha caratterizzato la campagna elettorale” è l’intento che ha mosso Vassallo. Lo stesso Vassallo, in passato, si era occupato anche dell’alluvione di Olbia, anche in quel caso con l’obiettivo di riportare al centro della scena storie di vite e volti che troppo spesso vengono invece dimenticati.

(Visited 100 times, 1 visits today)