Niente più famiglie numerose in Gallura. L’eccezione di Buddusó

Dove si trovano le famiglie numerose in Gallura.

In Gallura e in Sardegna si fanno sempre meno figli e le famiglie numerose sono un ricordo del passato. Un nuovo studio di Openpolis, basato su dati Istat del 2022, ha stilato una mappa dei territori in Italia dove le famiglie numerose sono più diffuse.

Sardegna e Gallura record negativo della natalità.

La Sardegna, e pure la provincia di Sassari, ha il record negativo per quanto riguarda le nascite. Nell’Isola si fanno sempre meno figli e la popolazione è una delle più anziane del Paese. Nel 2023, l’Isola si posiziona a 0,91 figli (0,95 nel 2022), risultando la regione con il tasso di fecondità più basso. Entrando al livello dei dati territoriali, nella provincia di Sassari Nord Orientale si fanno più figli rispetto al Sassarese.

Buddusò ha più famiglie numerose, La Maddalena ha il dato più basso.

Le famiglie numerose sono ormai pochissime in Gallura, ma Buddusò detiene uno tassi più alto in Sardegna per nuclei con più bambini, superata solo da Sagama (Oristano), dove sono 10,7% e Nule (Sassari) dove sono il 9,7%. Nel paese, composto da 1439 abitanti, le famiglie formate da almeno 5 componenti, ovvero dai 3 figli in su, sono l’8,9%. Nel territorio seguono Calangianus (5%), Luogosanto (4,9%), Alà dei Sardi (4,9%), Padru (4,8%), Oschiri (4,5%).

Nonostante Olbia sia la città con il trend migliore riguardo le nascite e la crescita della popolazione, le famiglie sono spesso sotto i 5 componenti. I nuclei numerosi sono soltanto il 3,5%. La vicina Arzachena ha soltanto il 3,1% di famiglie numerose, mentre a Tempio Pausania sono il 3,7%. La Maddalena invece ha i dati peggiori della Gallura, con soltanto l’1,9% delle famiglie formate da almeno 5 componenti.

A Nuoro ci sono famiglie più numerose.

È Nuoro la provincia con più famiglie numerose. Se nel capoluogo sono soltanto il 3,8% delle famiglie con 5 o più componenti (ovvero con 3 figli e più), sono i paesi più piccoli ad essere più prolifici. A Orgosolo sono il 7,2%; seguono Silanus (7,4%); Talana (7,2%); Fonni (7%); Oliena (6,7%); Dorgali (6,7%). Tuttavia, la provincia del Nuorese è una delle più coinvolte nel calo delle nascite e dallo spopolamento.

Più figli maggiore povertà.

Il report analizza quanto diventa maggiormente difficile la condizione economica delle famiglie numerose, rivelando che dal 2022  le famiglie povere sono salite all’8,3%, dal 7,7% dell’anno precedente. Oltre 2 milioni di famiglie su circa 26 milioni. E la condizione si aggrava tra quelle numerose, specie in presenza di minori. Tra i nuclei con almeno 3 figli, più di uno su 5 si trova in povertà assoluta.

Se sono le famiglie più numerose e con figli a trovarsi più spesso in povertà assoluta, è difficile aspettarsi un’inversione di tendenza nella natalità – si legge nel rapporto di Openpolis -. Il cui declino si è rafforzato in coincidenza con l’aumento della povertà minorile e delle famiglie con figli”. Va da sé che, eccetto regioni come la Campania e Sicilia, in Italia si fanno sempre meno figli, a causa di condizioni economiche più difficili.

Condividi l'articolo