Olbia, tutto pronto allo stadio Caocci: oggi, alle 17, don Saba diventa arcivescovo di Sassari

Sono attesi migliaia di fedeli per assistere alla cerimonia di consacrazione.

Lo stadio Caocci di Olbia è pronto ad accogliere le migliaia di fedeli che oggi pomeriggio, a partire dalle ore 17, assisteranno alla cerimonia di consacrazione di don Gianfranco Saba, arcivescovo metropolita di Sassari. Sull’altare ci saranno una quindicina d vescovi e quasi 500 sacerdoti, in rappresentanza delle 60 parrocchie della diocesi. Oltre a religiosi, religiose e laici dell’associazionismo organizzato gallurese.

Attese naturalmente anche numerose autorità regionali e locali. Saranno inoltre presenti delegazioni di università e organismi culturali, anche di altre religioni. Insomma, nulla è stato lasciato al caso per celebrare degnamente la consacrazione episcopale di don Gianfranco Saba. Per la diocesi di Tempio si tratta infatti di un evento storico. Fu il maddalenino Carlo Curis, cappellano del carcere di Tempio e poi nunzio apostolico in Sri Lanka, Nigeria, Cipro e delegato apostolico di Gerusalemme, l’ultimo “nativo del territorio” ad essere nominato vescovo, nel 1971, da Paolo VI.

Ora invece tocca a don Saba. Diocesi e Comune hanno lavorato insieme nell’organizzazione dell’evento, che si svolgerà oggi pomeriggio, alle 17, allo stadio Caocci. Stadio dove è già stato allestito un grande palco di oltre 200 metri quadrati, davanti al quale sono state sistemate 2mila sedie per far accomodare autorità e ospiti illustri. I fedeli potranno invece sedersi sulle tribune dell’impianto. Domenica primo ottobre è invece previsto l’ingresso del nuovo presule in città e la presa di possesso della cattedrale di San Nicola.