Controlli nei cantieri edili di Budoni: denunce e sanzioni

Trovati 3 lavoratori in nero, di cui 2 clandestini.

Continuano i servizi predisposti nel mese di maggio dal comando provinciale di Nuoro volti a prevenire gli incidenti sui luoghi di lavoro. Nel corso di specifica attività ispettiva in materia di lavoro, legislazione sociale, igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro, volta a contrastare l’impiego di manodopera “in nero” o irregolare, con conseguente violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro, i carabinieri della compagnia di Siniscola e del nucleo ispettorato del lavoro di Nuoro, con l’ausilio di personale dell’ispettorato territoriale del lavoro di Nuoro, hanno effettuato dei controlli in alcuni cantieri edili del territorio della predetta compagnia carabinieri, riscontrando diverse violazioni sia di carattere penale che amministrativo.

Al termine degli accertamenti compiuti presso un cantiere edile sito nel comune di Budoni, veniva deferito in stato di libertà alla procura della repubblica presso il tribunale di Nuoro il socio accomandatario/responsabile legale di una società in accomandita semplice, esercente attività edile, resosi responsabile delle seguenti violazioni connesse all’impiego nel cantiere di 3 lavoratori subordinati in nero senza la preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro e impiego di 2 lavoratori extracomunitari, di nazionalità albanese, privi di permesso di soggiorno per lavoro subordinato.

Inoltre l’attività edile aveva omesso la nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria, il piano di sicurezza del cantiere, la formazione dei lavoratori e la fornitura dei dispositivi di sicurezza. Per questo motivo contestualmente venivano elevate ammende per 9.651,40 euro.

A carico del predetto datore di lavoro veniva altresì contestata la violazione amministrativa, per un ammontare complessivo pari ad 10.200 euro, per avere impiegato 3 lavoratori in nero, di cui due extracomunitari clandestini. Effettuati recuperi previdenziali ed assistenziali pari a 2.000 euro.

I lavoratori extracomunitari interessati venivano inviati presso la Questura competente per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale. Nei prossimi giorni proseguirà l’attività ispettiva disposta dal comando provinciale carabinieri di Nuoro.

(Visited 309 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!