“Quella strada fa più morti del coronavirus”. Asse tra la Provincia ed il Comune di Arzachena per realizzare la 4 corsie per Olbia

La mozione per la strada Olbia-Arzachena.

“La strada Olbia-Arzachena ha fatto più morti del covid”. Sono queste le parole del presidente del consiglio Comunale Rino Cudoni sulla strada 125/33 bis, i cui progetti di ampliamento sono fermi da 35 anni.

Un’arteria importante per il commercio ed il turismo, oggetto della mozione presentata ieri durante il Consiglio Comunale di Arzachena e rivolta alla Regione allo scopo di sollecitare l’Anas ad approvare il progetto e cominciare i lavori per realizzare la 4 corsie.

Al momento i 5 lotti previsti per l’ammodernamento di quella che viene definita senza mezzi termini una mulattiera, sono fermi e quella strada continua a causare stragi. Il Comune di Arzachena chiede la messa in sicurezza dell’arteria stradale. Negli anni si sono succceduti vari progetti, che hanno rallentato l’iter di approvazione e completamento dei lavori per via di presunti vincoli paesaggistici.

“Presentiamo questa mozione affinché la Regione solleciti l’Anas a fare in modo che la progettazione abbia fine – ha detto il sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda – e si apra il cantiere per l’importanza di questa arteria dal punto di vista turistico e commerciale”.

Una richiesta accolta dal sub commissario della Provincia per la zona omogenea di Olbia Tempio Pietro Carzedda, che ha ribadito il massimo “impegno affinchè la Regione e l’Anas quanto prima completino la progettazione e diano corso all’opera il cui tracciato è già stato confermato dalle amministrazioni comunali interessate”. L’assessore Regionale ai Lavori Pubblici Roberto Frongia ha già garantito il suo interessamento.

(Visited 1.459 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!