Consumi record, verso chiusure notturne dell’acqua in 7 comuni della Gallura

Le chiusure notturne dell’acqua.

Con l’estate e la stagione turistica nel vivo aumentano di quasi 150% i consumi dell’acqua nei centri alimentati dal potabilizzatore dell’Agnata al servizio della Gallura costiera.

L’impianto, che di norma produce 600 litri al secondo in bassa stagione, sta ora lavorando quasi al massimo delle sue potenzialità: in precedenza era 1100 litri al secondo, ma ora è stata attivata una nuova sezione che ha consentito di arrivare circa a 1500 litri al secondo. È l’equivalente del fabbisogno di una popolazione di circa mezzo milione di abitanti in più. Oltre alle tradizionali attività ricettive è probabile che il boom di consumi sia legato soprattutto alle seconde case, spesso dotate di giardini da innaffiare o di piscine da riempire.

Negli ultimi giorni si sono registrate le prime sofferenze nelle scorte accumulate nei serbatoi. Se i consumi elevati dovessero proseguire anche nella prossima settimana, sarà necessario procedere a chiusure notturne dell’erogazione a Olbia e frazioni (dalle 22.30 alle 6.30), a Loiri Porto San Paolo (dalle 22 alle 6) e a Golfo Aranci, Padru, Telti, Monti e Arzachena (dalle 23 alle 6)

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura