Vodka, cocaina e champagne all’ultimo piano dell’hotel Panorama per ritovare l’amore

La serata della coppia nell’hotel Panorama di Olbia.

Avevano organizzato tutto nei minimi dettagli. Una serata romantica. Un momento di intimità, per ritrovare forse quell’affiatamento iniziale della coppia. Magdalena Monika Jozwiak, polacca di 39 anni, e il suo compagno Marco Messina, 44 anni di Olbia, di professione giardiniere e manutentore, avevano prenotato una suite all’ultimo piano dell’hotel Panorama.

Avevano intenzione di mettere alle spalle tutto. Forse. Quei litigi e quelle incomprensioni che, negli anni, c’erano stati. Come può capitare alle copie che stanno insieme da tanti anni. Anche se forse non così. Visto che lei era arrivata a denunciare anche quel compagno per stalking. E visti i tanti litigi di cui raccontano i conoscenti.

Ma in quella camera non ci avrebbero più voluto pensare. Forse. Insieme alle bottiglia di vodka, allo champagne e alla cocaina che avevano portato con loro e di cui hanno fatto abbondante uso. Nel sangue di Messina le tracce di alcol e droga sono subito apparse, infatti, evidenti durante l’esame tossicologico, compiuto ieri all’ospedale di Olbia, dopo la tragedia. E se fosse stato questo il mix fatale, che avrebbe portato Magdalena a lanciarsi dalla finestra del quinto piano dell’albergo?

LEGGI ANCHE COSA NON TORNA DELLA MORTE DELLA DONNA

Una domanda a cui cercheranno di rispondere in queste ore i carabinieri di Olbia, guidati dal colonnello Albergo Cicognani, insieme al lavoro del procuratore di Tempio Andrea Garau. Certo, mancano ancora diversi riscontri per riuscire a completare il quadro della vicenda. E per il momento nessuna pista è esclusa, in attesa dei risultati dei Ris e dell’esito dell’autopsia sul corpo della donna.

 

(Visited 2.770 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!