Monni punta ad un assessorato, ma Nizzi frena sul rimpasto in Comune

minoranza

Dopo la spaccatura della maggioranza in Consiglio comunale di Olbia.

Bastianino Monni è sempre più insofferente. Aveva già dato segni di cedimento lo scorso maggio, quando a sorpresa aveva votato contro ad alcune decisioni della sua stessa maggioranza. L’altro giorno, in Consiglio comunale a Olbia, con la creazione del nuovo gruppo  Prima Olbia, la frattura è diventata inevitabile.

E per quanto tutti dispensino parole di “ottimismo” e derubrichino i fatti in classico “clima da campagna elettorale”, si capisce che nei rapporti tra il sindaco Settimo Nizzi e i suoi alleati qualcosa sia cambiato. Anche perchè alla fronda “monniana”, chiamiamola così, si sono aggiunti i consiglieri Valentina Mellino e Mario Altana, fino a questo momento rimasti sotto traccia. Certo, molto ha pesato il caso del crollo della scuola di San Simplicio. Ma a molti osservatori quello pare essere stato solo il pretesto. Monni è stato eletto in Consiglio comunale nelle fila di Forza Italia ed è presidente della Commissione Urbanistica.

Cosa chiedere al sindaco per riequilibrare le parti? Un assessorato, chiaro. Il desiderata è già stato fatto filtrare a Nizzi, che però ha preso tempo. Perchè, molto, si sa, dipenderà dal risultato delle Regionali. Se il vicesindaco Angelo Cocciu dovesse riuscire a prendere la strada per Cagliari, automaticamente si libererebbe un posto in giunta, creando quel nesso causale, per un rimpasto in giunta. Ed accontentare i malumori della minoranza nella maggioranza, senza troppi trambusti.

(Visited 254 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!