La polizia nelle discoteche di San Teodoro e Budoni: niente mascherine tra i giovani

I controlli della polizia di Nuoro nei locali.

L’imponente piano di controllo del territorio fortemente voluto dal questore di Nuoro Massimo Colucci, che ha visto impegnate numerose articolazioni della Polizia di Stato con personale della Questura, dei Commissariati distaccati, e della Polizia Stradale in sinergia con le altre Forze di Polizia, ha consentito di presidiare, nel corso del fine settimana i luoghi turistici della provincia più frequentati dai vacanzieri, in particolare litorali marini e le località montane, garantendo allo stesso tempo i presidi dei centri urbani, per assicurare, con tempestività, gli interventi necessari per rimuovere situazioni critiche per l’ordine pubblico e la sanità pubblica relativamente alla diffusione del Coronavirus Covid – 19.

Sono state controllate 2683 persone, 1542 autoveicoli, 371 esercizi commerciali e sono stati effettuati 362 posti di controllo; sono state elevate 362 sanzioni per violazioni al codice della strada e sono state denunciate all’autorità giudiziaria 17 persone, 3 delle quali arrestate. Nel corso dei controlli presso due note discoteche di San Teodoro e di Budoni è stato  riscontrato, tra l’altro il mancato utilizzo da parte dei ragazzi delle mascherine e la violazione delle norme che impongono il distanziamento interpersonale.

Durante specifici controlli diversi giovani e giovanissimi sono stati sorpresi, nei pressi di discoteche e locali pubblici, in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale. In questo contesto un 17 enne è stato denunciato poiché a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso di un significativo quantitativo di marijuana, circa un etto, suddivisa in dosi e pronta allo spaccio. Il ragazzo nello zainetto occultava, inoltre, un bilancino di precisione e denaro contante per un importo di circa 150 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio.

Nell’occasione sono stati identificati 12 minorenni, alcuni tra i 13 ed i 14 anni, che si accompagnavano con il giovane spacciatore. I giovanissimi sono stati tutti identificati e riconsegnati ai genitori. La Polizia di Stato richiama l’attenzione proprio dei genitori e dei familiari sulla necessità di vigilare sulla condotta dei propri figli in età adolescenziale.

(Visited 1.354 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!