Il Porto Rotondo torna da Samassi con un punto preziosissimo

Finisce 1 a 1.

Ancora un risultato utile lontano dalle mura amiche per il Porto Rotondo, che ferma il Samassi sull’1-1 nella prima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza. In svantaggio dopo pochi minuti su un inserimento da palla inattiva di Scintu, gli olbiesi hanno trovato la rete del pari con Loddo, abile ad approfittare di una sbavatura difensiva dei padroni di casa.

Il primo quarto d’ora è contrassegnato dall’equilibrio, con i padroni di casa che provano a fare la partita senza però creare particolari pericoli. Al 17’, però, l’undici di Busanca riesce improvvisamente a passare: corner da sinistra e Scintu sfugge via al suo marcatore depositando in rete con una zampata sottomisura. Il Porto Rotondo cerca la reazione: al 24’ conclusione dalla distanza di Rassu, con Arrus che blocca senza problemi. Dieci minuti più tardi Angheleddu ci prova con la punizione a giro sopra la barriera, ma Deiana non ha difficoltà a intercettare. Al 33’ gli olbiesi trovano il pari: Arrus e Bratzu pasticciano su un pallone apparentemente innocuo al limite dell’area e Loddo insacca a porta sguarnita per l’1-1. Al 40’ i biancocelesti sorpassano: Saggia fa filtrare per il taglio di Kozeli. Il bomber del Porto Rotondo mette in rete, ma l’assistente annulla per fuorigioco.

Nella ripresa il Samassi spinge nel tentativo di far suo il bottino pieno e riesce a produrre diverse occasioni: al 12’ Atzori ci prova al termine di un’azione confusa, ma la retroguardia gallurese respinge a pochi metri dalla linea di porta con Deiana fuori causa. Tre minuti dopo Cacciuto si divora un’importante chance a tu per tu con il numero 1 del Porto Rotondo. Al 21’ il bomber del Samassi prova a rifarsi con un bel sinistro da posizione defilata che scheggia la traversa. A 10 minuti dal termine altro errore del numero 9 di casa, che spreca un invitante assist dalla sinistra di Angheleddu mandando alto con il piattone al volo. Al 49’ il signor Medda sancisce la fine del match: il Porto Rotondo torna a Olbia con in tasca un altro preziosissimo punticino per la corsa salvezza.

“Sapevamo della difficoltà della partita – dice il capitano Christian Usai, fermato da un problema muscolare – siamo arrivati a Samassi per fare punti e torniamo a casa soddisfatti. L’infortunio? Non vedo l’ora di riprendermi e di dare nuovamente una mano alla squadra. Spero di poter essere in campo già per la sfida del 29 dicembre contro il Monastir. Il nostro obiettivo è la salvezza, per noi sarebbe l’equivalente della vittoria del campionato. Speriamo di essere anche fortunati”.

(Visited 73 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!