Fratelli morti il giorno di Natale, un appello contro la curva maledetta

L’appello del fratello è diventato virale sul web.

“Adesso basta!” Questo l’appello affidato al web da Giovanni Pintor, fratello di Matteo e Francesco, scomparsi tragicamente il giorno di Natale sulla statale 129 Trasversale sarda. I tre fratelli si stavano recando da Nuoro a Pattada per il pranzo di Natale quando Alessandro Satta, il cugino rimasto gravemente ferito nell’incidente, ha perso il controllo dell’automobile all’altezza del bivio di Orotelli.

Un appello per dare una scossa all’Anas, responsabile di quella strada, affinché metta in sicurezza quella maledetta curva. Quella strada in cui ci sono “più croci che chilometri” – scrive Giovanni – “in cui ci si può fermare, scendere dalla macchina e contare una per una le vite finite in modo crudele”. Una strada da mettere a norma, con l’aiuto di tutti. Perché è l’aiuto dell’opinione pubblica che cerca Giovanni con il suo appello. Affinché si sensibilizzi e si faccia riflettere chi di dovere e lo si spinga ad agire per mettere a norma una strada che ormai assomiglia, sempre più, a un tritacarne.

E’ meglio prevenire che curare – conclude Giovanni Pintor – io non posso più curare e ora spero che voi mi aiutiate a prevenire”. Per sé stesso, per Matteo, per Francesco e Alessandro. Per dare un senso, per tutti.

(Visited 121 times, 1 visits today)

Note sull'Autore