Elezioni Calangianus, Loddo: Albieri pensa solo ai suoi interessi

Toni accesi in vista delle elezioni dell’11 giugno.

L’attuale sindaco Gio Martino Loddo replica alle dichiarazioni dell’attuale vice sindaco Fabio Albieri. Albieri si scaglia contro Loddo su alcune tematiche legate al territorio come la crisi del sughero e per aver deciso di sostenere un altro candidato sindaco. Loddo, infatti, sostiene Ivano Bertolucci con Rivivere Calangianus. Mentre Albieri è candidato sindaco con la lista Calangianus domani.

“Albieri – afferma Loddo – sta dimostrando la mancanza di idee e progettualità. Sta cercando in tutti i modi di rendersi compatibile con chi gli ha costruito la lista intorno. Lui è il capofila di un gruppo fortemente caratterizzato da un manovratore occulto, che, consapevole di non riscuotere tanta simpatia nel contesto della rete sociale di Calangianus – prosegue il sindaco – rimane in disparte manovrando dal suo ufficio una linea politica totalmente in disaccordo con i referenti politici di Albieri in Regione e al governo”.

Loddo fa degli esempi citando i recenti finanziamenti concessi dal Cipe e la questione sanità. “Gli esempi sono sotto gli occhi di tutti – spiega il sindaco -. Nessuna parola o presa di distanza quando si è stato sferrato un attacco al ministro Lotti sui recenti finanziamenti concessi dal Cipe che hanno visto esclusa Tempio. In quell’occasione Albieri si è vantato del suo rapporto di amicizia con l’allora ex sottosegretario”.

Un altro tema importante è quello della sanità di cui si è parlato ampiamente negli ultimi giorni. Loddo chiede, infatti, chiarimenti sula posizione nei confronti della politica sanità di Arru. Il tema dell’istruzione è un altro tema caldo delle elezioni. “ Sul tema ‘scuola’ meglio non parlare – incalza Loddo-. Albieri non conosce il progetto del piano strategico e l’ha dimostrando richiamando un vecchio cavallo di battaglia dell’ allora ex minoranza: l’acquario sul liscia, di cui nemmeno si parla sulle schede inviate e approvate in Regione. Cosi come per il PUC ancora in mano ad un professionista che ha dimostrato di non essere in grado di procedere e che ha trovato in Albieri allora un forte oppositore?”.

Albieri afferma che Loddo non ha mai dimostrato alcun interesse sulla tematica del sughero e le aziende colpite dalla crisi. “Lui si è vantato di aver seguito la vicenda – spiega il sindaco -. Ebbene ai tavoli multi assessoriali in regione eravamo sempre presenti io e Piermario Inzaina”. ”Albieri ha dato notizia dell’imminente approvazione del piano integrato di filiera del comparto sughero, dove c’era tutto compresi gli aiuti alle piccole aziende in crisi. La verità è che questo piano non e’ mai stato presentato all’assessorato dell’industria. Non può attribuire ad altri delle responsabilità – prosegue Loddo – causate dal suo modo accondiscendente di rapportarsi. Insomma uno sherpa che ha lavorato per chi gli consente di svolgere il suo ruolo”.

“Perché non ci parla del regolamento sulle pale eoliche? E del distretto energetico mi sa dire qualcosa? Sulla sistemazione delle strade quale è stato il suo contributo? Sui finanziamenti della scuola? Sui led?  Albieri non decide ma é consigliato da qualcuno dietro di lui. In tutti questi anni di battaglie insieme, non si è mai opposto o ha mai criticato. Guarda caso lo fa adesso. Lui sapeva che non ero disposto a fare il sindaco per altri cinque anni – spiega Loddo –  ha fatto la sua scelta ”.

 

(Visited 211 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!