Discarica di Spiritu Santu al collasso, disagi in tutta la Gallura. Oggi riprende la raccolta dei rifiuti organici

Stamattina ripresa la raccolta dei rifiuti organici a Olbia.

La discarica di Spiritu Santu è piena. Praticamente esaurita. E, nonostante, la nuova quantità di rifiuti ammessa da Regione e Provincia, pare non riesca a reggere i ritmi della produzione della parte organica, che ad estate iniziata hanno avuto la solita impennata. Se ne sono accorti, sabato scorso, molti residenti di Olbia, a cui non è stato svuotato il bidoncino dell’umido.

Il problema è che la discarica, gestita dal Cipnes, non riesce più smaltire la quantità di rifiuti immessi. Una situazione che rischia di portare al collasso non solo Olbia, ma anche molti comuni turistici, che si appoggiano a Spiritu Santu per la differenziata, come Arzachena, La Maddalena e Budoni.

Intanto, questa mattina, i mastelli dell’umido sono stati svuotati regolarmente. Ma si attende un nuovo confronto tra i sindaci e la Regione, per capire come fronteggiare la situazione dei rifiuti, prima che si trasformi in una vera emergenza, con danni incalcolabili sul turismo. Poi in serata la svolta. Con una nota il sindaco di Olbia Settimo Nizzi ha informato “da domani riprenderanno le normali attività di raccolta differenziata, a partire dalla frazione di umido che sarà ritirata in tutti i quartieri della città”. Crisi rientrata? Ancora presto per dirlo.

(Visited 954 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!