Ncc e Taxi, ottenuta la deroga in Sardegna. Soddisfazione dalla Lega

Le dichiarazioni del vice commissario Regionale della Lega Dario Giagoni.

Il decreto semplificazione in materia di NCC è diventato legge, in ragione delle specificità regionali e delle carenze infrastrutturali la Sardegna ha ottenuto la deroga che le permette di fatto di essere considerato ambito unico.

Con riguardo a tale ragione l’autorizzazione rilasciata in un comune della stessa è valida sull’intero territorio regionale, entro il quale devono essere situate sede operativa e almeno una rimessa e non in ultimo permette alla regione di interfacciarsi direttamente con gli attori principali del settore. Questo provvedimento, fortemente voluto dalla Lega, è stato da subito preso in carico dal vice commissario Regionale Dario Giagoni che accogliendo le rimostranze degli addetti del settore, provenienti sia dal Nord che dal Sud Sardegna, le ha portate alla diretta attenzione del viceministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Edoardo Rixi.

“Questa nostra battaglia è volta a dare respiro a una categoria composta da circa 1000 operatori – dichiara il vice commissario Regionale Dario Giagoni – che ha manifestato grande preoccupazione per il suo futuro lavorativo. Non potevamo certo ignorare i segnali di malcontento e disagio, non potevamo farlo ne come forza politica al governo ne come uomini. Obbligare gli NCC a rientrare a fine corsa nella provincia di autorizzazione avrebbe comportato infatti una grave perdita economica. Parliamo di lavoratori soggetti a molti imprevisti, lavoratori che rischierebbero di perdere clienti a causa della tempistica e di una rete viaria non propriamente agevole, lavoratori che chiedono solo di esercitare la loro professione come fatto sino ad ora senza pestare i piedi ne danneggiare gli altri.

Siamo infatti convinti che la coesistenza con i tassisti sia non solo auspicabile ma necessaria, dal momento che i servizi offerti dalle due categorie sono ben differenti. In un contesto lavorativo ancora oggi instabile e in una Regione dove le possibilità di crescita professionale sono state sino ad ora affossate anziché favorite, aver tutelato degli imprenditori è per noi una grande vittoria. Non solo, è anche la dimostrazione del modus operandi messo in campo dal partito, che non chiude la porta in faccia a nessuna categoria ma ascolta e agisce per il bene della sua gente” conclude Dario Giagoni.

(Visited 2.649 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!