A scuola in Sardegna il 14 settembre, decise le linee guida: cosa cambia

Il ritorno a scuola in Sardegna a settembre.

Via libera per il rientro in classe degli studenti della Sardegna il 14 settembre. Regioni ed enti locali, infatti, hanno raggiunto l’intesa con le nuove linee guida per il ritorno a scuola. Ad annunciare l’accordo è stato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

“Dovremo mantenere il metro di distanza, evitare assembramenti e per questo saranno fondamentali gli ingressi scaglionati. Avremo bisogno di spazi. Stiamo digitalizzando il più possibile il Ministero e abbiamo creato un software per capire quali sono attualmente gli spazi a disposizione – ha affermato la ministra Azzolina -. Questo strumento ci dice che dobbiamo portare fuori circa il 15% degli studenti. Quando il tempo lo consente, perché no, i più piccoli possono andare anche al parco a fare lezione“.

La titolare dell’Istruzione, poi, ha rimarcato come sia necessaria la presenza di ulteriore personale, fino a 50mila persone, da assumere a tempo determinato. Smentita, invece, la possibilità di doppi turno o sdoppiamento delle classi.

Dal primo luglio, Azzolina inizierà a girare tutte le scuole della Penisola e non è escluso che possa arrivare anche in Sardegna. Appena ieri, a Sassari, il coordinamento precari della scuola ne chiedeva le dimissioni per la possibilità, poi smentita dalla stessa, di chiudere alcune scuole dell’isola.

(Visited 6.085 times, 8 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!