Suicida in carcere a Sassari, protagonista di una brutta storia in Gallura

olbiese

La storia della donna si lega alla Gallura.

Un passato difficile quello della donna rinvenuta suicida ieri nel carcere di Bancali, a Sassari. Una storia che si lega a doppio filo con la Gallura, dove si era resa protagonista, insieme ad altre due persone, di un episodio malavitoso.

Un anno fa, dopo la morte di Gianfranco Suelzu, l’abitazione nelle campagne di Aglientu venne presa di mira da 3 persone che arrivarono a bordo di una macchina rubata. Tra queste, la 40enne che ieri ha compiuto il gesto estremo.

Nell’occasione, i 3 caricarono nella vettura derrate alimentari, carne congelata, argenteria e il danaro contante trovato dentro casa. Vennero tuttavia sorpresi dai carabinieri della stazione di Aglientu e dal nucleo radiomobile di Tempio Pausania, allertati da un vicino di casa del Suelzu.

La donna, venne arrestata insieme ad un complice a poche centinaia di metri dalla casa del defunto, mentre il terzo riuscì a far perdere le proprie tracce nel buio della notte, per essere ritrovato il giorno dopo.

(Visited 22.640 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!