Ragazzina bloccata a Olbia perché senza super green pass, odissea al porto

Ragazzina bloccata a Olbia.

Odissea per una ragazzina al porto di Olbia, bloccata all’imbarco perché sprovvista di green pass rafforzato. E’ accaduto poco dopo le feste natalizie, quando la dodicenne, ancora non vaccinata, doveva tornare a casa, a bordo di un traghetto Olbia-Livorno, con la famiglia.

La pre adolescente, che vive a Pisa non ancora vaccinata, ma con il green pass base, si era recata a Olbia con la famiglia per trascorrere le vacanze di Natale nell’Isola. Al momento del ritorno, però, a causa del nuovo dpcm, entrato in vigore il 10 gennaio, si è vista rifiutare l’imbarco, da parte della compagnia.

Il caso è finito in tribunale a Tempio, dove il giudice ha permesso alla ragazza di poter salire sul traghetto da Olbia, prescrivendo la possibilità di fare il tampone e di tenere per tutto il viaggio una mascherina Ffp2. Il legali che rappresentano la famiglia della minore, hanno presentato un ricorso di urgenza, mettendo in rilievo la lacunosità della norma, soprattutto perché è entrata in vigore nel momento in cui tanti si erano recati in vacanza fuori da casa.

Il giudice, inoltre, ha messo in evidenza la sofferenza della 12enne di dover permanere lontano da casa sua e di non poter frequentare la scuola, ritenendolo un “pregiudizio grave e irreparabile”. Un’enorme disagio anche per i genitori della ragazzina, i quali non sono potuti rientrare a lavoro per stare accanto alla figlia.  

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura