Dalla Scozia a Olbia per amore, apre una scuola per i bimbi e i genitori

La nuova scuola di inglese a Olbia per bambini molto piccoli.

Aprirà il 26 settembre a Olbia la prima scuola di inglese (e non solo) per bambini molti piccoli e i loro genitori. Si chiama New Beginnings Baby Sensory, idea di una giovane coppia Rachel Thonson, originaria della Scozia, e Mattia Campus di Olbia.

Si basa sul metodo Montessori la nuova scuola. “Si insegna attraverso il gioco e la musica e non seduti su banchi come spesso avviene nelle scuole tradizionali – ha annunciato Rachel -. I bambini sono divisi in gruppi, dai 0 ai 6 mesi e dai 7 ai 18 mesi e sarà importante la presenza dei genitori per imparare”.

Appena arrivata a Olbia, tre anni fa, Rachel ha notato che mancava uno spazio dove le mamme potessero condividere con altre una genitorialità più libera. “Nel mio paese ci sono più spazi dove le madri con bambini piccoli possono stare in gruppo – ha detto la giovane insegnante -, e anche i papà condividono più tempo con i figli, è una cultura differente nel vivere la maternità e la paternità. Per questo sentivamo la necessità di creare qualcosa più simile anche qui perché è importante che le mamme si sentano parte di una comunità, non si sentano sole, socializzino e i papà siano presenti con i figli”.

Ci sarà anche spazio per l’allattamento. “Riteniamo che sia una cosa naturale che fa bene sia alla mamma che al bambino – ha risposto l’insegnante -, spesso nei luoghi pubblici non è facile che una mamma si senta a suo agio ad allattare suo figlio”. In Scozia l’allattamento in pubblico è un tabù. “Nel mio paese la maternità è più tutelata, nel senso che le donne lavoratrici hanno più tutele – ha proseguito -, ma allattare in pubblico non è ben visto e, quindi, poche hanno l’abitudine di allattare i figli. Per fortuna questo da voi succede meno”.

Le classi durano una mezz’ora, una volta alla settimana. “I corsi stimolano il sistema cognitivo dei bambini piccoli e per quanto riguarda l’inglese – ha proseguito -, i bambini possono già cominciare attraverso il gioco ad avere il primo approccio con la lingua, in modo che poi, una volta cominciata la scuola, non si trovino in difficoltà a imparare. Spesso i bambini arrivano a scuola impacciati quando sentono per la prima volta dei suoni diversi dalla loro lingua”. Le lezioni si svolgeranno al parco giochi dell’Isola Bianca.

(Visited 6.473 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!