San Teodoro brinda alla stagione dei record: “Adesso pensiamo al Natale”

L’assessore Fideli fa il bilancio dopo l’estate.

È la fine dell’anno e a San Teodoro è giunta l’ora di stilare un bilancio della stagione turistica 2017 e di parlare degli imminenti appuntamenti per le festività. La stagione, quella di quest’anno, per quanto riguarda le presenze, è andata benissimo. In attesa dei dati ufficiali dell’Ufficio statistico della Provincia, un numero su tutti: 20mila presenze giornaliere nella spiaggia de La Cinta. Il turismo teodorino, indubbiamente, sta tornando nuovamente vitale.

“E’ stata una stagione lunga e popolosa – dice l’assessore al turismo Marcello Fideli – ma anche molto problematica”. I problemi stanno tutti nella capacità di controllo del territorio da parte di un ente locale, che passa dai tremila residenti invernali, alle decine di migliaia della stagione estiva. In queste condizioni controllare il territorio, sia dal punto di vista dell’ordine pubblico, che da quello ambientale, non è  semplice.  A questo proposito l’idea dell’amministrazione comunale è quella di creare una guardiania ambientale professionalizzata attraverso un corso di formazione.

“Il mercato turistico si è evoluto, è più esigente e non si può più porre in essere un servizio del genere adoperando lo strumento dei lavori socialmente utili come si è fatto in passato”, ha dichiarato Fideli. Le risorse scarseggiano e per realizzare questa idea è necessario agire in sinergia con l’Area marina protetta, le forze dell’ordine e la Provincia. Potrebbe aiutare in tal senso anche la tassa di scopo a cui l’amministrazione teodorina sta pensando. Una forma di tassazione che, al contrario della tassa di soggiorno, riuscirebbe a coinvolgere tutti gli operatori del settore e non solo gli albelgatori”.

Chiuso il capitolo di bilancio relativo alle problematiche, rimane per l’assessore Fideli la soddisfazione di aver offerto una stagione in cui i servizi essenziali hanno retto bene all’impatto dell’aumento della popolazione. Al contrario che in altri centri, l’acqua non è mai mancata e le fognature non hanno creato nessun tipo di disagio. Ed è questo un tema fondamentale per l’amministrazione comunale di San Teodoro. Dare un’offerta che si basi sul fornire servizi essenziali pienamente funzionanti, in cui non vi siano disagi che impattino sulla vita e sulla serenità dei turisti, prima che un’offerta che si basi su grandi eventi.

Per quanto riguarda l’offerta di eventi, invece, anche quest’anno il Comune ha lavorato in sinergia con i privati e le associazioni. Sono state confermate, infatti, le manifestazioni ormai storiche come gli appuntamenti con il Festival del cinema di Tavolara, alla Pischera di Lu Fraili, e il Time in jazz, che quest’anno ha presentato ben due concerti. Il Sunandbass, il festival del drum and bass, per il quattordicesimo anno ha animato il settembre teodorino, attirando pubblico da tutta Europa. E da quest’anno si punta alla conquista dell’inverno, con l’elaborazione di un ricco calendario di eventi natalizi denominato Sogno di Natale, attualmente in corso di svolgimento.

(Visited 481 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!