Pallavolo, il derbissimo di Gallura è biancorosso

La Pallavolo Olbia supera 3 a 1 il Garibaldi La Maddalena.

La Pallavolo Olbia Hotel Mercure si è aggiudicata l’attesissimo derby di Serie C: 3 a 1 per i biancorossi ai danni del Garibaldi La Maddalena. Match intenso quello giocato sabato sera al Pala Deiana davanti ad un numeroso pubblico. La sfida metteva di fronte le due formazioni che gli addetti ai lavori indicano come candidate al salto di categoria. Da una parte gli olbiesi del maddalenino Andrea Schettino e dall’altra gli isolani di Fabrizio Sarno (ex allenatore del club presieduto da Francesco Marcetti). La presenza tra le file ospiti degli storici giocatori della Pallavolo Olbia Paolo Derosas e Carlo Vannozzi ha messo ulteriore pepe ad una gara che i padroni di casa hanno dovuto affrontare senza il palleggiatore Federico Zavatta vittima giovedì di una distorsione alla caviglia che lo terrà lontano dai campi per almeno due mesi. Al suo posto è stato tesserato in extremis Massimo Del Prete, esperto alzatore fermo da due anni, che ha conosciuto i compagni di squadra poco prima del fischio d’inizio. Il sestetto garibaldino da parte sua non ha più nei ranghi il forte opposto Nicholas Lanzoni che ha deciso di interrompere la sua avventura a La Maddalena.

Primo set con Matteo Vannozzi e capitan Trova che provano a prendere il largo (6-3) con immediata risposta di Paolo Derosas che sfrutta il suo turno di battuta per il sorpasso (6-9) che condiziona l’intera frazione chiusa con sicurezza dal Garibaldi per 25-18. Al ritorno sul parquet Olbia sprinta sino al 12-8 con un muro di Branca su Derosas al quale si aggrappano i rossoblù per cercare di restare a galla (18-17). Ma nel finale di set si scatena Andrea Trova con tre punti consecutivi; Paolo Marcetti mette il sigillo al 25-22 che assicura la parità. Terza frazione con l’Olbia a comandare sino al 14-7. Il timeout ordinato da Sarno frena per un attimo l’avanzata olbiese, ma Schettino risponde e i suoi volano sino al 19-13. I maddalenini si portano sino al 24-23 ma ancora una volta è decisivo Trova con una schiacciata che manda in visibilio i supporters di casa.

Il quarto set si gioca sul filo dei nervi con un equilibrio pressochè perfetto sino al 18-18. A questo punto viene fuori la maggiore compattezza della Pallavolo Olbia che chiude 25-20 scatenando la festa in campo e sugli spalti. A fine partita Paolo Derosas individua la ragione della sconfitta: “Siamo ancora un cantiere aperto”. Avvertendo comunque i suoi  ex compagni: “I campionati non si vincono alla seconda giornata“. Sull’altro fronte coach Schettino si gode il successo: “E’pur vero che in questo momento abbiamo qualcosa più di loro a livello di amalgama, ma l’aver vinto un derby del genere ovviando positivamente al problema del palleggiatore è davvero degno di nota. Del Prete si è gestito con grande esperienza, ma tutta la squadra lo ha aiutato in modo encomiabile”. Il braccio di ferro tra le due splendide realtà galluresi della Serie C si risolverà di sicuro soltanto a primavera. Per ora tuttavia sono i biancorossi a guardare dall’alto i rossoblù (nella foto la festa olbiese).

(Visited 254 times, 1 visits today)

Note sull'Autore