Il Comune di Tempio approva il rendiconto, salva l’amministrazione Addis

L’amministrazione comunale di Tempio è salva.

L’amministrazione comunale di Tempio è salva. Il rendiconto per il bilancio 2018 e l’assestamento del bilancio 2019 con una variazione pari a 13.000 euro sono stati approvati entrambi con 8 voti favorevoli, 5 contrari (i 4 consiglieri di minoranza più la consigliera Alessandra Amic) e 2 astenuti (i due fuoriusciti dalla maggioranza Anna Paola Aisoni e Massimiliano Pirrigheddu)

Non sono mancati, però, i duri attacchi da parte dell’opposizione con il consigliere Antonio Addis che parla di “contenitore vuoto e grave delusione” riferendosi ai resoconti degli assessori e chiede “quali siano i veri obiettivi strategici”.

Un plauso lo riserva, tuttavia, all’ex assessore Aisoni per il lavoro svolto prima di essere estromessa dall’esecutivo e all’assessore Francesco Quarnienti per i numerosi lavori eseguiti per la viabilità urbana di Tempio. La consigliera Carta lamenta il ritardo nell’approvazione dei documenti economici.

La Aisoni, seppur astenendosi al momento delle votazioni, risulta molto critica nei confronti della giunta guidata dal vicesindaco Gianni Addis e nel suo intervento interroga la giunta su una serie di questioni che hanno investito tutti gli assessorati, in particolare lamenta “l’eccessiva sobrietà” delle commemorazioni del 28 luglio per i caduti di Curragjia e “la mancanza di progetti scolastici” dedicati al tragico evento.

L’ex assessore non risparmia neanche l’assessore alla Viabilità Quarnienti, chiedendo spiegazioni sui lavori in corso d’opera lungo via Settembrini. Affermando che i marciapiedi attorno alla rotatoria antistante il seminario siano “in condizioni più gravi rispetto a quelli della stessa via Settembrini”.

(Visited 272 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!