La storica stazione ferroviaria di Tempio sarà recuperata: scelta tra oltre 140 mila segnalazioni

La storica stazione unica realtà in Gallura scelta.

La storica stazione ferroviaria di Tempio si è aggiudicata un importante finanziamento statale destinato al recupero e alla valorizzazione dei luoghi l’Italia. Circa 140 mila le segnalazioni pervenute da tutto il Paese. Solo 273 le richieste selezionate. Tempio è tra queste, unica realtà della Gallura e tra le poche in Sardegna, che fruirà di un finanziamento di 540 mila euro.

Ad annunciarlo il sindaco Andrea Biancareddu, che ha ricevuto qualche giorno fa la comunicazione ufficiale di Palazzo Chigi. “Con questo finanziamento contiamo di mettere a segno un altro importante tassello per la città, che riporterà alla luce ed al suo antico splendore un significativo luogo culturale ed identitario del nostro territorio”, ha dichiarato il sindaco.

Nei prossimi giorni l’amministrazione sarà contattata formalmente per acquisire la documentazione necessaria alla stipula della convenzione che disciplinerà le modalità di erogazione del finanziamento. Una volta stipulata la convenzione si passerà ai fatti, con il concreto avvio dell’intervento di recupero.

Una cifra importante che arriva dopo diversi incontri con l’assessore regionale ai Trasporti, Carlo Careddu e che consentirà di realizzare alcune delle idee che riguardano la stazione ferroviaria.

Ma non è tutto qui. Quella che ruota attorno alla stazione, è una zona che l’amministrazione comunale tempiese intende valorizzare. “E’ già partito un cantiere che interessa via Limbara, l’ingresso principale della stazione e la zona sottostante il Parco Grandi, dove verranno investiti circa  40 mila euro”, racconta Biancareddu.

Il progetto, attualmente in corso di esecuzione, infatti, prevede il rifacimento dei marciapiedi e l’eliminazione delle barriere architettoniche. Il piazzale sotto il Parco Grandi, invece, sarà destinato ad accogliere i pullman che attualmente stazionano in via Asproni. Sono, inoltre, previsti lavori di costruzione di un lungo marciapiede con pensiline per gli utenti. Infine, via Asproni,, una volta liberata dai pullman, sarà trasformata in un parcheggio da 50 posti auto.

(Visited 114 times, 1 visits today)

Note sull'Autore