Tempio sposta le celebrazioni del 4 novembre: “Lo facciamo per coinvolgere i più giovani”

La ricorrenza dell’Unità nazionale sarà festeggiata lunedì.

Può sembrare inconsueto. Può apparire almeno insolito. E invece la scelta del Comune di Tempio di celebrare la Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze Armate a lunedì 6 novembre ha una spiegazione profonda, che strapperebbe un appaluso agli storiografi più esigenti. Contrariamente a quello che si fa in quasi tutte le parti della Sardegna e d’Italia, e cioè di festeggiare il ricordo dei caduti nelle guerre e la Patria sabato 4 novembre, Tempio ha scelto di posticipare le celebrazioni per coinvolgere nella giornata anche gli alunni della scuola primaria.

Una scelta controcorrente, certo, ma prima di tutto un tentativo di avvicinare anche i più giovani al senso della ricorrenza. Come spiega lo stesso sindaco di Tempio Pausania Andrea Biancareddu. “La presenza dei giovani durante le celebrazioni di questa importante ricorrenza è fondamentale al fine di continuare a rendere vivi i valori di questa giornata – dice il primo cittadino -. Ci tengo che siano loro il cuore pulsante di questa ricorrenza. Le nostre e le future generazioni devono impegnarsi affinchè i sacrifici compiuti dai caduti ed i passi fatti finora ci portino nella direzione di un futuro migliore e stimolino ogni giorno tutti noi a lavorare per la pace , un valore che dovremmo coltivare nella nostra vita di tutti i giorni”.

E così, a partire dalle 10 di lunedì, nella Cattedrale di San Pietro si terrà la Santa Messa in suffragio dei Caduti in guerra. Alla fine della Messa il corteo, accompagnato dalla Banda musicale cittadina, si dirigerà poi verso il monumento ai Caduti nel Viale della Fonte Nuova. Seguiranno momenti di carattere istituzionale, come il discorso del sindaco, ma anche la lettura da parte degli studenti delle scuole cittadine della motivazione della Medaglia d’Oro al Milite Ignoto, della Medaglia d’Argento al Merito Civile concessa al Gonfalone del Comune di Tempio, della Medaglia d’Oro al Valor Militare concessa alla Memoria del Sottotenente Francesco Fadda, la cerimonia dell’alzabandiera presso il Monumento che ricorda il sacrificio dei Caduti e la deposizione della Corona.

(Visited 408 times, 1 visits today)

Note sull'Autore