Come cambiare hosting da un server a un altro

Come trasferire un sito web su un altro server.

Per creare un sito web e per renderlo accessibile online, è necessario selezionare un server in cui sarà posizionato. I server sono forniti da società di web hosting e, se ti stai inoltrando da poco nella materia, la seguente guida ti sarà utile.

Ti sarà utile se prima capisci cos’è in realtà un web hosting, perché è importante e cosa devi cercare nel tuo provider di hosting. Se non ti sei preoccupato di questi dettagli, è possibile che non otterrai l’offerta migliore, né il pacchetto migliore.

Fortunatamente, questa non è la fine del mondo; le persone cambiano continuamente i loro server, per vari motivi. Alcuni sono semplicemente insoddisfatti della velocità o della qualità dei sistemi di distribuzione della rete di contenuti. Altri trovano la stessa qualità del servizio a un prezzo inferiore o con termini di pagamento più convenienti.

Se ti trovi in ​​questa situazione, allora è un buon momento per cercare un server dalle prestazioni migliorate. Tuttavia, trasferire il tuo sito web può sembrare un compito complicato. Questa guida spiegherà la terminologia, i problemi e le procedure, con istruzioni passo dopo passo, in modo che tu possa andare avanti con sicurezza.

Il trasferimento del tuo sito Web su un server diverso può essere eseguito in cinque passaggi

Passaggio 1. Trova un nuovo web hosting

Prenditi del tempo per cercare un servizio eccellente (e naturalmente anche conveniente) prima di andare avanti. Esamina le recensioni online e il feedback dei clienti, guarda che tipo di offerte offrono altri provider di hosting, i loro prezzi, le configurazioni dei server, CDN, e così via.

Una volta trovato un nuovo provider adatto a te, considera che, in futuro, potresti decidere di lasciare questo servizio per passare a un altro ancora. Per questo motivo, ti consigliamo di registrare il tuo dominio presso un provider di terze parti, poiché in questo modo, ogni volta che cambi server, il tuo dominio non verrà influenzato.

Passaggio 2. Individua e scarica il tuo sito web

Il prossimo passo è scoprire dove il tuo precedente host ha memorizzato il tuo sito web. Inoltre, il tuo sito potrebbe utilizzare più database, quindi dovresti vedere se è possibile ottenere anche cartelle di backup.

Una volta trovati i file, scaricali sul desktop in modo da essere pronto per consegnarli al tuo prossimo provider di hosting.

Passaggio 3. Esporta il database del tuo sito web

Questo è dunque il passaggio essenziale. Non avrai alcuna difficoltà a eseguirlo, soprattutto perché il sistema oggi è altamente intuitivo e ci sono servizi che ti danno la possibilità di procedere al trasferimento senza dover alzare neppure un dito (come quello che offre webhosting.it). Tra le cose che bisogna fare ci sono, insomma:

  • chiedere al tuo attuale provider di consegnarti il codice AUTH
  • fare richiesta di attivazione al nuovo provider prescelto
  • confermare il cambio di partito

Passaggio 4. Carica il tuo sito web e importa il tuo database

Proprio come con l’esportazione, dovrai elaborare i dettagli con il tuo host. Non è davvero così complicato, indipendentemente dagli strumenti utilizzati, e di solito è qualcosa che i provider di hosting fanno da soli.

Quando si utilizza un sito web statico (che le persone oggi di solito usano solo quando hanno una semplice pagina di destinazione per mostrare la propria attività), impostare tutto su un nuovo host è facile come caricare file. In uno dei passaggi precedenti, ti abbiamo detto che dovresti scaricare tutti i file dal tuo host precedente. In questo caso, devi solo caricare quei file nella cartella del tuo nuovo account fornito dal provider e avrai finito.

Passaggio 5. Prova il tuo sito web

Una volta completato il trasferimento e importati i database, puoi testare il tuo sito web. Il modo migliore per farlo è utilizzare un URL temporaneo. Ciò ti consente di accedere al tuo sito web anche quando il tuo nome di dominio non punta al nuovo server.

Un URL temporaneo è simile a questo: http: // indirizzoip / ~ nomeutente

Se il tuo sito appare e funziona come previsto, allora fantastico! Tuttavia, sii pronto ad apportare alcune piccole modifiche, se qualcosa non va.

Cambiare il server del tuo web hosting: cose da tenere sempre a mente

Una volta completato l’intero processo di trasferimento e aver testato il sito web, ci sono una serie di cose che devi fare per completare la transizione. Tieni presente che questi sono passaggi necessari per garantire che i tuoi vecchi visitatori continuino a visitare il tuo sito web, nonché per essere certi che il tuo sito funzioni come pianificato. Quindi, iniziamo.

Informa gli utenti che sposterai il tuo sito web

Quando sposti il ​​tuo sito web, il tempo di inattività dovrebbe essere il più breve possibile. L’ideale sarebbe che gli utenti notino a malapena che il sito non funziona. Tuttavia, dovresti dare una sorta di preavviso qualche giorno prima, sia sul tuo sito web che sui tuoi profili di social network. Dovresti anche vedere se il messaggio è visibile durante il tempo di inattività, in modo che i tuoi utenti sappiano che sul sito verrà eseguito un backup in modo tempestivo.

Cambia il DNS

Questo è un piccolo dettaglio che può essere facilmente trascurato. Dopo aver trasferito il tuo sito web, devi trasferire il DNS sul nuovo server in cui è registrato il tuo sito.

 Il motivo per cui questo è importante è che un DNS è come una mappa o una guida di istruzioni che garantisce che i tuoi visitatori arrivino sulla pagina giusta. Se trascuri di modificare questa impostazione, gli utenti verranno indirizzati a una pagina di errore. Devi ottenere un nuovo DNS dal tuo nuovo provider di hosting e sostituire quello vecchio.

Dopo aver effettuato la richiesta di spostare i DNS, potrebbero essere necessarie alcune ore, o in alcuni casi un’intera giornata, affinché il passaggio sia completo. In altre parole, se i tuoi visitatori si lamentano di non riuscire a trovare il tuo sito web, assicurati di aver eseguito l’aggiornamento al tuo nuovo DNS.

Monitora il tempo di attività del sito

Quando viene assegnato un nuovo DNS, il trasferimento è sostanzialmente completo. Ti consigliamo di monitorare diligentemente il tempo di attività del tuo server nei prossimi due giorni, per assicurarti che tutto funzioni correttamente.

È fondamentale non abbassare la guardia e notare se ci sono problemi il prima possibile. Ovviamente, il monitoraggio del tempo di attività del tuo sito web non implica che devi visitarlo ogni cinque minuti; significa soltanto che dovrai utilizzare strumenti e app per aiutarti con le attività.

(Visited 156 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!