Emergenza strade della Gallura, il consigliere Meloni alza la voce: “Subito lo sblocco dei fondi”

La lettera del consigliere Meloni alla Regione.

“Subito lo sblocco dei 15 milioni di euro destinati a interventi stradali sulla Olbia Tempio e allo svincolo tra la 131 Dcn e la provinciale 24 in località Vena Fiorita”. A chiederlo è il consigliere regionale Giuseppe Meloni con una lettera inviata all’assessore dei Lavori Pubblici, Roberto Frongia. È infatti necessario un passaggio formale da parte della giunta regionale per dare il via libera alla realizzazione delle opere.

I 15 milioni di euro destinati agli interventi sollecitati fanno parte della rimodulazione dei fondi inizialmente destinati al cantiere di Monte Pino e inseriti all’interno dell’Accordo di programma quadro viabilità, Apq. Nel 2018 era stata avviata la procedura scritta prevista per la rimodulazione, conclusa con l’assenso di Regione ed Anas e la ratifica finale dell’Agenzia di Coesione territoriale.

Nel dettaglio le risorse sarebebbero state così distribuite e consentirebbero i seguenti interventi: 2milioni 200 mila euro per realizzare lo svincolo sulla strada statale 131 Dcn con la Sp24 in località Vena Fiorita, riqualificazione dell’itinerario Tempio-Olbia nel tratto Tempio-Calangianus primo lotto secondo stralcio per un importo di 6milioni 300mila euro, adeguamento e messa in sicurezza della strada provinciale 38 bis Olbia-Tempio per un importo di 6milioni 500 mila euro.

Per quanto riguarda il primo intervento, si tratta della messa in sicurezza delle rampe provvisorie nate ai tempi dei lavori di ricostruzione del ponte sul rio Oddone, crollato dopo l’alluvione. Una volta realizzato il ponte, erano state dismesse. “Quell’accesso alla 131 Dcn – scrive il consigliere Meloni nella lettera inviata all’assessore Frongia – riveste un’importanza fondamentale per migliaia di automobilisti che attraverso la Sp 24 raggiungono Olbia e le località a nord e ovest della città.

Il suo ripristino consentirebbe un risparmio di tempo e risorse economiche nonché un collegamento immediato di una vasta zona della Gallura, del Monte Acuto e del Goceano all’ospedale Giovanni Paolo II”. Sulla base di tutte queste ragioni, nel 2018, era stato deciso di rendere stabile il collegamento attraverso la sua messa in sicurezza, finanziandola con la rimodulazione dei fondi destinati alla strada di Monte Pino. 15 milioni di euro che l’Anas aveva ritenuto di finanziare con fondi propri, rendendo quindi disponibili le risorse regionali.

Sui due interventi stradali sulla Olbia-Tempio il consigliere Meloni sottolinea come “sebbene insufficienti, costituirebbe una prima importante risposta per la realizzazione della tanto attesa nuova Olbia-Tempio, fondamentale arteria di collegamento tra l’alta e la bassa Gallura. Occorre a questo punto che la Giunta regionale prenda atto con apposita delibera dell’avvenuta rimodulazione dell’Apq e dia le necessarie direttive affinché si possa procedere all’individuazione del soggetto attuatore a cui competono gli adempimenti per la realizzazione delle opere”.

(Visited 456 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!