Allarme funghi tossici, quali sono quelli più diffusi in Sardegna e come riconoscerli

I funghi tossici e velonesi più diffusi.

Sembrano uguali a quelli commestibili, ma mangiarli può causare diversi problemi e, nei casi peggiori, anche la morte. È allarme funghi tossici e velenosi in Sardegna. Dopo i recenti casi capitati in Gallura, con cinque persone finite al pronto soccorso solo negli ultimi giorni, diventa importante capire quali siano i falsi amici della nostra tavola e quali problemi si potrebbero avere mangiandoli.

È il caso dell’Amanita Phalloides o Ovolo malefico, velenosa, che può essere confuso con il fungo più pregiato, l’Amanita caesarea, proprio per la sua forma a uovo. Oppure quello del famoso Fungo dell’olivo, che è tossico, scambiato spesso per il cosiddetto gallinaccio, ovvero il Cantharellus cibarius.

E ancora: il Lupinus, anche questo velenoso, dal colore bruno che può ricordare un Porcino. Anche il Pseudopratensis è tossico e può trarre in inganno per la sua forte somiglianza con il Prataiolo commestibile. Infine, la Xanthoderma, tossico, che può essere facilmente scambiato per le comuni Mazze di Tamburo.

(Visited 629 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!