Dal sogno di don Verzè al salvataggio del Qatar, la lunga storia del Mater Olbia

La storia del Mater Olbia.

Sarà una data da ricordare, il 12 dicembre 2018 il Mater Olbia ha aperto le porte della sua struttura. Ci sono voluti anni per vedere realizzarsi un’opera che per molti non sarebbe mai stata terminata. L’ospedale privato è totalmente finanziato dal Qatar e vede il Gemelli di Roma partner scientifico.

Don Verzè arrivò a Olbia per la prima volta nel 1988, presentò il primo progetto del San Raffaele al sindaco di allora Gian Piero Scanu. Il sindaco non perse tempo e approvò subito il progetto. Dopo circa un anno venne firmata la prima convenzione tra Comune e Fondazione. Da questo momento un susseguirsi di vicende, stop ai lavori e inaugurazioni rimandate.

Nell’estate 2014 arriva il fondo dell’emiro che lo rileva per 1,2 miliardi di euro dalle banche creditrici. Un’operazione costruita in anni di relazioni diplomatiche. Il progetto sembrava già approvato nel 2013 quando viene sottoscritta una manifestazione di intenti tra Cappellacci, allora governatore, Rashid Al Naimi, Ad del fondo Qatariota, e Giuseppe Profiti manager del Bambin Gesù.

Cinque mesi dopo cambia la Giunta, ma il neo-presidente Pigliaru firma un protocollo d’intesa in cui la Regione si impegna, se la Fondazione qatariota comprerà l’ospedale, a porre in essere tutte le autorizzazioni e accreditamenti. Il 21 maggio 2014 arriva l’intesa con la Presidenza del Consiglio dei ministri sottoscritta da Renzi: pieno sostegno all’iniziativa, deroghe per il tetto di spesa regionale e per il numero dei posti letto.

E cosi è avvenuto nel 2015,  all’aeroporto Costa Smeralda di Olbia, il rogito notarile che ha definito il passaggio dei terreni dove è sorto il Mater Olbia, l’ospedale privato sulla collina del monte Tabor, dalla curatela fallimentare dell’impero di Don Verzè alla Qatar Foundation Endowment. Gian piero Scanu, ex parlamentare Pd, è uno dei padri fondatori del Mater Olbia, ha da sempre avuto un canale privilegiato con i piani alti del Qatar e ha fortemente voluto la realizzazione di questo progetto.

Dopo la firma notarile del 2015, si sono susseguite diverse vicende politiche intorno al Mater Olbia, che hanno visto un continuo rimandare del progetto. L’inaugurazione slitta di mese in mese: doveva arrivare a marzo 2015. Si è arrivati al 2018, con la tanto attesa apertura.

(Visited 929 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!