Verso l’inchiesta parlamentare sul disastro del Moby Prince dopo 32 anni

Moby Prince

La Commissione Trasporti della Camera vuole far luce sul disastro del Moby Prince.

La Commissione Trasporti della Camera ha iniziato a valutare una proposta di inchiesta parlamentare sul disastro del traghetto Moby Prince, avvenuto a Livorno nel 1991. Le associazioni dei familiari delle vittime del disastro, Luchino Chessa (Associazione 10 Aprile) e Nicola Rosetti (Associazione 140), hanno accolto positivamente l’iniziativa e si augurano che la nuova commissione possa lavorare con la forza e lo spazio temporale necessari per giungere alla verità.

La prima commissione aveva scardinato le verità processuali che avevano derubricato il disastro a un banale incidente, mentre la seconda si era dedicata ad analizzare l’accordo assicurativo tra le due compagnie armatrici. Emerse l’ipotesi che una terza imbarcazione avesse ostacolato la rotta del traghetto, che fu costretto ad una improvvisa virata e quindi entrò in collisione con la petroliera dell’Eni. Inoltre, nessuno coordinò i soccorsi quella sera e le 140 persone a bordo del traghetto morirono asfissiate o bruciate molte ore dopo la collisione.

Condividi l'articolo