Scattano i soccorsi per una nave in difficoltà: ma è un falso allarme

L’allarme è stato accidentalmente attivato.

Alle ore 1 e 30 circa di stamane la Sala Operativa della Direzione Marittima di Olbia, alla guida del Capitano di Vascello Maurizio Trogu, ha ricevuto un messaggio di emergenza segnalante la nave da diporto “Fortuna” di circa 35 metri, denominata, in difficoltà a circa 40 miglia al largo di Capo Comino.

Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi da parte della Guardia Costiera: sul punto indicato si sono dirette prontamente due motovedette ; contestualmente alcune navi in transito, tra le quali la Motonave Boby Otta, vengono dirottate in zona per investigare ed individuare eventuali unità in difficoltà. Giunte sul punto le motovedette e le unità intervenute comunicano l’esito negativo delle ricerche. Intanto, alle ore 2 circa Porto Cervo Radio ha ricevuto un nuovo messaggio di emergenza, della stessa nave da diporto, in una diversa posizione.

Valutata la situazione, mentre continuano le ricerche in mare, la Sala Operativa di Olbia allerta i Centri di soccorso limitrofi: Civitavecchia e Napoli. Viene, anche richiesto alla Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera l’intervento di un mezzo aereo, per aiutare le operazioni di ricerca e soccorso.

Alle ore 10 e 10 il felice epilogo dell’attività: a circa 125 miglia ad est da Capo Monte Santu, la Guardia Costiera, comunica di aver avuto contatto radio e visivo con la nave da diporto, in navigazione diretta in Turchia, con a bordo sei persone e nessuna emergenza a bordo. La nave precisa che il segnale di allarme si è accidentalmente attivato.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura