Innovazione, nuovo bando da 25 milioni

L’impegno di una pubblicazione pre-pasquale da parte dell’assessore della Programmazione e del Bilancio, Raffaele Paci, è stato mantenuto. E’ stato, infatti, pubblicato da Sardegna Ricerche, l’avviso del nuovo bando innovazione per le imprese. Con una dotazione finanziaria di 25 milioni, quadruplicata rispetto alla precedente.

Per le imprese sarà possibile partecipare anche dopo l’annullamento del precedente bando, datato 5 aprile. Paci afferma che in dieci giorni è stato rielaborato e riproposto un bando che aveva presentato un dato positivo. E’ forte, infatti, il desiderio delle imprese di essere protagoniste della ripresa, di investire per innovarsi e rinnovarsi per puntare a mercati più ampi.

Il vicepresidente della Regione spiega che i dati espressi nel vecchio bando sono stati utili per l’elaborazione del nuovo, che presenta regole adeguate e a misura d’impresa. Il bando ha riscosso un notevole successo: 53 domande in 59 minuti, per richieste pari a 23 milioni, e altre 39 domande in fase di caricamento, a fronte di un budget di 6 milioni. E’ stato, quindi, deciso di aumentare la cifra, semplificando le procedure e creando le condizioni affinché tutte le imprese riescano ad accedere al finanziamento.

Il primo scopo è riuscire a soddisfare la totalità delle richieste. Il massimale del contributo è stato elevato a 600mila euro. Le suddivisioni percentuali fra ricerca industriale e sviluppo sperimentale sono state riviste. In questo modo il bando è stato adeguato alle regole europee. Grazie all’eliminazione del controllo del sistema sulla firma digitale, le procedure sono state semplificate.

L’avviso, prevede che dal 3 maggio il sistema sarà aperto alle domande. Le imprese scaricare i moduli online, compilarli e caricarli sul sito. A fine procedura le imprese otterranno un numero di protocollo di riferimento. Mercoledì 17 maggio, invece, sarà il giorno del “click day”. Le imprese dovranno solamente collegarsi e inserire il numero di protocollo già ricevuto in precedenza. Un procedimento veloce che evita i rischi di sovraffollamento.

Paci conclude affermando che con queste nuove regole, e con i 25 milioni messi a disposizione, si possono finanziare oltre 100 imprese e quindi contiamo di poter soddisfare tutte le domande. L’assessore ribadisce che la Giunta sostiene fortemente, e con ogni strumento, le imprese e il loro processo di innovazione. Un esempio sono i finanziamenti per le start-up, fablab, agenda digitale o Contamination Lab. L’intento è di rendere le imprese protagoniste del rilancio dell’economia della Sardegna.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura