ELEZIONI – Il primo giorno di Mulas da sindaco di Golfo Aranci: “Subito al lavoro per la stagione”

Gli obiettivi del nuovo sindaco di Golfo Aranci Mulas.

Due, massimo tre giorni per formare la giunta: “Gli elettori hanno premiato la squadra e il nostro sarà un lavoro di squadra”. Poi, subito la testa all’estate: “Dobbiamo far partire la stagione. Dobbiamo dare risposte alle tante attività commerciali che in questi anni hanno deciso di investire e ai turisti che già da giorni passeggiano per il centro”. Tradotto? “Approveremo il calendario della stagione. Questa è la cosa più importante da fare subito, perchè rappresenta un volano per il nostro territorio”.

Mario Mulas non ha fatto nemmeno in tempo ad assaporare il gusto della vittoria ottenuto, questa notte, dall’urna (il 58,16% dei cittadini l’ha votato), che ha già indossato gli abiti da lavoro del suo nuovo impegno da sindaco di Golfo Aranci. “È stato premiato il nostro progetto, iniziato dieci anni fa da Giuseppe Fasolino – spiega Mulas -. L’essermi messo a disposizione per questo incarico è stata una scelta di coraggio, l’ho detto fin da subito. Ma con me c’è un gruppo forte, che è stato tutto riconfermato e che anzi vede due nuovi innesti, due ragazze”.

Le idee sono chiarissime. Ad iniziare dagli obiettivi dei suoi primi cento giorni. “Oltre alle opere che consegneremo a breve, tra cui una parte di piazza La Piccola, il nostro impegno si sposta adesso per la riqualificazione dei quartieri. Apriremo un tavolo permanente con i cittadini per progettarne il recupero”, prosegue.

Due lavori sono già pronti a partire, appena saranno espletate le gare d’appalto. Si tratta dell’asfaltatura e della predisposizione dell’illuminazione per Cala Spada (progetto esecutivo da 192mila euro) e la realizzazione di una rete di raccolta per le acque meteoriche che ricadono sulla Terza Spiaggia (intervento da 280mila euro, anche questo con il progetto pronto).

Poi, c’è l’avvio del piano di edilizia agevolata, con la consegna dei primi 30 lotti alle famiglie e la prossima acquisizione dei terreni appartenenti alla famiglia Tamponi, nella zona artigianale. “Ma la sfida della nostra amministrazione sarà arrivare ad abbattere il cavalcaferrovia del porto e recuperare tutta l’area dei binari dismessi – continua Mulas – per restituire a Golfo Aranci il suo panorama e recuperare anche quell’area a vantaggio della città”.

(Visited 565 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!