Istruzione, ecco le lauree con le quali si trova più facilmente lavoro: c’è anche economia

Chi consegue una laurea in economia trova più facilmente lavoro, e la stessa cosa dicasi per chi decide di portare a compimento il proprio percorso universitario in ingegneria e in medicina. E non è un caso che si parli di tre delle lauree più complesse in assoluto, in quanto in grado di regalare competenze molto ricercate sul mercato odierno del lavoro. I dati vengono direttamente dai sondaggi di AlmaLaurea: in base alle testimonianze degli intervistati, il 90% dei laureati in questione è riuscito a trovare un impiego entro 5 anni dal conseguimento del diploma. Performance da urlo, dunque, anche alla luce del fatto che nel periodo attuale le opportunità non si trovano proprio dietro l’angolo.

Laureati: l’Italia un popolo di dottori in economia

Uno studente su tre ce la fa: in corsi come economia e ingegneria, è questo il tasso di iscritti che riesce a conseguire la laurea. O quantomeno, lo era nel 2016, dunque ai tempi dei dati elaborati dal Miur. Persino il calciatore De Silvestri ha scelto questo ramo ed è riuscito di recente a conseguire il titolo, e non è nemmeno l’unico esempio “con la toga” nel mondo del pallone. Ma, in termini generali, perché i giovani italiani appena usciti dalle scuole superiori scelgono proprio corsi come economia? E perché con la laurea in questione si trova più facilmente lavoro?

I vantaggi della laurea in economia

Il primo vantaggio lo abbiamo visto proprio all’inizio di questo nostro articolo: entro pochi anni il laureato in economia trova lavoro, e ciò accade nel 90% dei casi analizzati. È chiaro che si tratta anche di una questione di competenze: un laureato in economia probabilmente non si troverà in difficoltà quando avrà l’esigenza di studiare un bilancio di esercizio, che rappresenta un momento fondamentale per tutte le imprese. In fondo possedere delle basi per quanto riguarda la gestione delle aziende è sempre importante, e prendere dei ragazzi preparati è sicuramente un grosso vantaggio competitivo. Questo spiega, ancora una volta, un tasso di assunzione così alto rispetto alle medie.

Un ulteriore vantaggio è che la laurea in economia consente di poter lavorare in ambiti diversi, dunque un punto a favore per chi insegue una vocazione professionale piuttosto mirata. Anche la retribuzione è di ottimo livello, visto che si parla di una media superiore ai 1.400 euro al mese. Infine, ottimi voti per quanto riguarda la stabilità professionale, con una media che arriva addirittura all’81%.

In base ai dati visti oggi, quindi, è innegabile che certi indirizzi assicurino un futuro spesso roseo. Fra questi troviamo proprio la laurea in economia, in assoluto una delle più promettenti in Italia.

(Visited 2.359 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!