La pittrice sarda Nabilia fa un omaggio a Luras per la festa di Domos Abbeltas

Domos Abbeltas

Domos Abbeltas si terrà il 17 e 18 giugno a Luras.

Nabilia, al secolo Daniela Albina Pilia, sarà alle Domos Abbeltas di Luras. L’artista di casa in Gallura da tanti anni  presente presso tutti gli eventi inerenti l’arte in Costa Smeralda, San Pantaleo, Olbia  e Porto Cervo con una tecnica ispirata al famoso Jackson Pollock.  E’ un’artista moderna contemporanea, materico  informale con svariate espressioni artistiche  in quanto anche  appassionata di collezionismo di antiquariato  e studi della cultura dei popoli nuragici.

“in Gallura ho avuto la fortuna di conoscere il mio grande maestro,  scrittore ed Artista Paolo Valente – racconta – Poddighe  ( noto per le sue teorie  sui popoli degli Shardana,  scrisse tanti Libri sulla Sardegna tra i più  rinomati ” La storia di Atlantide” e le Colonne di Ercole) fu lui a chiamarmi Nabilia anagrammando il mio nome da Nabi ( da Nabi toro o Cervo che solcarono i Mari sin dai tempi più  Remoti). Per ciò  che concerne Luras ho voluto continuare il mio itinere e  presentare l’opera “Mano scriptus 2023”.

Un’opera astratta, acrilico materica che incastona 4 stralci  autentici di  manoscritti ambientati nei territori di Luras e Tempio Pausania  risale alle date 1854,1878, 1899, probabilmente riconducibili a come vivevano le vicissitudini collegati agli stazzi le famiglie di artigiani, allevatori e agricoltori.   Per Nabilia anch’essa figlia  di noti imprenditori agricoli quest’opera  ricorda in modo quasi identico frammenti di culture, storie e leggende che raccontavano i suoi avi. Ho voluto rendere omaggio al paese di Luras grazie  all’ospitalità  di Pier Giacomo Pala Direttore del Museo della  Femina Agabbadora.”“Per questo evento ho avuto enorme piacere di conoscere un’altra artista lurese di  nome Francesca Bellu, in arte Paneoro, con lei siamo entrate subito in sintonia ed abbiamo deciso  insieme di dare maggiore espressività’ all’opera concedendo una installazione di tipo concettuale.”

Condividi l'articolo