Riapre la Rsa di Olbia “Sole di Gallura”, emozione per i primi nonnini ospitati

Rsa Olbia

La nuova Rsa di Olbia ha 120 posti letto per anziani e fragili.

Sono entrati in struttura in questi giorni i primi nonnini ospiti della Rsa Sole di Gallura di Olbia, sotto la nuova gestione di Orpea Italia, divisione italiana del Gruppo Orpea, attore mondiale nell’assistenza socio-sanitaria e nella cura delle persone fragili.

Per Orpea si tratta della terza struttura in Sardegna, dopo la Clinica Arborea a Villamar (SU) e Villa degli Ulivi a Monastir (CA), e della 25esima in Italia. La residenza, di proprietà di Inail e condotta da Orpea, accoglie, nel cuore della città, anziani e persone con fragilità con la finalità di fornire ospitalità e prestazioni sanitarie nonché di recupero funzionale e di inserimento sociale. L’RSA si rivolge anche a utenti affetti da malattie croniche o da patologie invalidanti, non autosufficienti e non assistibili a domicilio e dispone inoltre di un nucleo protetto per persone affette da demenze.

Sole di Gallura dispone di 120 posti letto, con una superficie interna complessiva di 7.361 mq si sviluppa su quattro piani oltre a tre (piani) interrati destinati a parcheggi e può contare su un’ampia superficie esterna di 3.800 mq con giardino privato. Le camere sono ampie e luminose e ogni piano dispone di un’elegante sala ristorante dove i familiari possono condividere i pasti con i loro cari. Presenti anche una palestra attrezzata con macchinari di ultima generazione e aree dedicate alla cura di sé per garantire il benessere dei residenti.

Ad oggi è possibile accedere in regime privato, in attesa di poter presentare la domanda di accreditamento che consentirà gli ingressi in convenzione. Quaranta al momento i posti di lavoro creati, altrettante le nuove assunzioni in programma per formare l’équipe multidisciplinare e completare lo staff dei servizi per il funzionamento della RSA a pieno regime. La residenza assistenziale, completamente rinnovata e modernizzata, vuole essere la risposta a una forte esigenza del territorio gallurese che attualmente può contare su poche strutture specializzate.

Alessandra Taveri, COO di Orpea Italia, dichiara: “Dopo un grande lavoro di ristrutturazione apriamo finalmente le porte di Sole di Gallura. Grazie alla nostra squadra di professionisti siamo in grado di offrire agli ospiti un percorso di cura personalizzato che tiene conto anche e soprattutto dei bisogni emotivi, delle relazioni e delle attitudini di ciascuno. L’obiettivo è quello di garantire una elevata qualità della vita stimolando il mantenimento delle proprie abilità in un ambiente attrezzato e funzionale. La nostra struttura è in grado inoltre di accogliere ospiti con problematiche complesse: con ventilazione meccanica, malattie neurodegenerative, polipatologie croniche e in nutrizione artificiale. È nostra volontà assicurare ai cittadini di Olbia e di tutta la Sardegna servizi di cura, assistenza e accompagnamento”.

Condividi l'articolo