Ritorna a Tempio il Faber Festival: il programma degli eventi

faber fetival 2020, ilaria pilar patassini

Ritorna il Faber Festival a Tempio.

Non poteva mancare nell’estate tempiese 2020 il consueto appuntamento che quest’anno si terrà venerdì 31 luglio dedicato a Fabrizio De André: il Faber Festival, fortemente voluto e finanziato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tempio. Un’edizione particolare per gli organizzatori che dovranno conciliare le esigenze dello spettacolo con le misure anti-Covid indicate dal Ministero.

Il tema di quest’anno “Signora Libertà” ripreso dal brano “Se ti tagliassero a pezzetti” è dedicato alle piccole cose, ai gesti quotidiani dati per scontati e che tanto sono mancati nel periodo di chiusura forzato.
“Quest’attenzione rinnovata al quotidiano è Fabrizio stesso a suggerirla nel disco L’Indiano – racconta il direttore artistico Sandro Fresi – scritto dopo quel tragico evento che lo aveva privato della libertà personale”. L’analogia è chiara: riassaporare la libertà per esserne più consapevoli con l’invito di condividerla senza darla per scontata.

Con questo spirito e la voglia di raccontare i valori autentici di Fabrizio De André, il consueto concerto itinerante prevede l’apertura del Festival nella suggestiva piazza Faber alle ore 19 con Pilar Trio. Qui Ilaria Pilar Patassini, interprete, autrice e performer romana, omaggerà il cantautore genovese con “In altalena con Faber”, una sorta di concerto narrativo, intenso e originale e che sottolinea il peso unico e irripetibile che Faber ha avuto nell’influenzare in modo irreversibile tutte le generazioni di cantautori che gli sono succeduti. Sul palco ad accompagnare la voce di Pilar ci saranno Marcello Peghin (chitarre) e Salvatore Maiore (contrabbasso e violoncello).

Successivamente, nella cornice di piazza Italia, alle ore 20, sarà la volta del Trio Grenouille, ensemble focalizzato sulla canzone d’autore e caratterizzati dalla voce calda e graffiante di Rita Casiddu. Sarà accompagnata da Andrea Fanciulli e i suoi virtuosismi alla chitarra acustica e dal violinista Peppino Anfossi. Sarà un omaggio al Faber più intimo che ha raccontato i limiti della società del suo tempo, il ruolo della donna, con incursioni nel disco “L’Indiano”.

Per chi vorrà riassaporare le atmosfere libertarie e pacifiste di De André, ci ritroveremo in piazza Gallura alle ore 22, dove si esibirà la tribute band sassarese Creuza de ma’. Nel gran finale del Festival, Faber sarà omaggiato con un viaggio che ha l’intento di coinvolgere ed emozionare il pubblico con arrangiamenti originali e rispettosi dello spirito dell’autore reinterpretato in chiave rock e secondo lo stile della PFM. La band è composta da Daniele Pistis (voce), Andrea C. Pinna (violino e tastiere), Gavino Fonnesu (chitarra), Fabrizio Leoni (basso), Luca Manca (batteria e cori). Special guest della band sarà il musicista tempiese Enrico Sotgiu alle percussioni.

Presenterà gli eventi Maria Pintore, direttrice di Radio Internazionale, giornalista radio e TV, speaker e nota presentatrice di spettacoli. L’ingresso agli spettacoli è gratuito nel rispetto delle norme da DPCM: si potrà entrare negli spazi fino ad esaurimento posti muniti di mascherina e rispettando il distanziamento.

(Visited 1.574 times, 2 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!