Un ente di beneficenza inglese per la salvaguardia del mare di Tavolara

L’accordo quadro tra la AMP Tavolara e la Charity Triton.

Firmato un accordo quadro tra il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo e la Charity Triton volto alla costituzione di una collaborazione fattiva per lo svolgimento di programmi di ricerca scientifica dei sistemi marino costieri, di processi di comunicazione delle ricerche reciprocamente realizzate e attività di interesse comune. La Charity Triton con sede a Londra e rappresentata dal Luigi Grandi, è registrata presso la Charity Commission, organo regolatore di enti di beneficenza in Inghilterra e Galles, un dipartimento governativo indipendente e non ministeriale.

La Charity ha come oggetto di beneficenza far progredire lo studio e la conoscenza dell’ambiente marino e la protezione e la conservazione del suo ambiente, si occupa prevalentemente della libera promozione della ricerca scientifica degli ambienti naturali in particolare ma non esclusivamente, mediante l’effettuazione di ricerche e la pubblicazione dei risultati. Finalità dell’accordo è instaurare fra le parti una forma stabile di collaborazione per lo svolgimento di ampi programmi di interesse comune e per regolamentare future attività di monitoraggio ambientale.

Il Consorzio di Gestione dell’AMP Tavolara Punta Coda Cavallo riconosce e condivide con la Charity Triton diversi obiettivi ovvero la ricerca comune e congiunta sui sistemi marino costieri del Mediterraneo finalizzata all’ accrescimento delle conoscenze scientifiche per una strategia di gestione integrata della fascia costiera e del sistema marino. La ricerca di risorse economiche per la realizzazione di programmi di ricerca condivisi, finalizzati al perseguimento della “mission” delle due parti, attraverso la presentazione di candidature di progettualità specifica sui diversi ambiti di potenziale finanziamento, nazionali, europei ed internazionali; la collaborazione nella promozione e nello sviluppo di strumenti di divulgazione, delle attività di ricerca attraverso la conoscenza e partecipazione a fiere, congressi, pubblicazioni, collegamenti tra pagine web; la promozione dell’Area Marina Protetta quale sito operativo e di importanza determinante nell’ambito delle reti di ricerca e monitoraggio sul territorio regionale e in contesto mediterraneo per i temi inerenti la biodiversità.

L’accordo prevede l’allineamento con le iniziative ed i programmi già avviati dalle organizzazioni attraverso il potenziamento delle azioni già intraprese, la condivisione degli obiettivi, la valorizzazione attraverso una comunicazione agile dei risultati da raggiungere. La Charity conferirà al Consorzio di Gestione un contributo economico per lo svolgimento di specifiche attività di gestione e conservazione.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura