Tamponi per chi arriva in Sardegna, le spiegazioni della Regione all’ordinanza

L’ordinanza della Regione sui tamponi.

“Il costo sostenuto per l’effettuazione dei test sarà rimborsato dalla Regione dietro presentazione di regolare ricevuta, secondo termini e modalità definiti con deliberazione della Giunta, che sarà consultabile sul sito istituzionale www.regione.sardegna.it”. È questa la parte più significativa della nota esplicativa emessa dal governatore Christian Solinas, dopo il caos che aveva determinato la nuova ordinanza, che prevede l’obbligo della negatività da coronavirus a chi arriva in Sardegna.

L’articolo 10 dell’ordinanza afferma che “i passeggeri che intendano fare ingresso nel territorio regionale sono invitate a presentare all’atto dell’imbarco e alternativamente: l’esito di un test per covid-19 – sierologico (IgG e IgM) o molecolare (RNA) o Antigenico rapido – eseguito non oltre le 48 ore dalla partenza, che abbia dato esito negativo”.

La Regione chiarisce un altro punto controverso, che aveva fatto alzare gli scudi degli operatori. “Qualora i passeggeri non abbiano potuto effettuare prima dell’imbarco il test e giungano sul territorio regionale sprovvisti delle anzidette certificazioni, l’ordinanza prevede che gli stessi possano mettersi in regola entro le 48 ore successive, secondo una delle seguenti modalità: comunicando immediatamente il proprio arrivo all’azienda sanitaria competente ed accettando di sottoporsi a tampone, nelle more dell’esito del quale si impegnano ad osservare l’isolamento domiciliare fiduciario, che verrà meno solo all’atto dell’eventuale esito negativo dello stesso”, scrive la nota.

Test agli arrivi in Sardegna, il ministro Boccia: “Stop alla propaganda e no ai pasticci”

Sono esclusi da tale obbligo le persone che viaggiano su navi e aerei per comprovati motivi di lavoro o di salute, gli equipaggi dei mezzi di trasporto; i soggetti appartenenti ad organi costituzionali o addetti a servizi pubblici essenziali nell’esercizio delle rispettive funzioni (sanitari, forze dell’ordine, forze armate), i minori di anni 10, nonché le persone in uscita dalla Sardegna e che vi facciano rientro entro le 48 ore.

(Visited 3.741 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!