Villetta degli orrori ad Arzachena, domiciliari per la zia

La zia del bambino di 11 segregato nella sua cameretta ad Arzachena esce dal carcere e ora si agli arresti domiciliari.

Villetta degli orrori di Arzachena, anche la zia chiede di patteggiare

Dopo la richiesta di patteggiamento si aspetta la decisione del Tribunale di Tempio prevista per il 25 febbraio. La zia era finita in carcere dopo che era emerso il suo ruolo chiave nei maltrattamenti ai danni dell’11enne. Dopo l’interrogatorio davanti al gip aveva ammesso le sue responsabilità confermando che era lei la “regista” dei maltrattamenti subiti dal piccolo.

Ai domiciliari erano finiti anche i genitori del bambino che hanno chiesto il patteggiamento.

(Visited 1.171 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!