Le opportunità e gli incentivi per le imprese artigiane in Sardegna

I finanziamenti e i contributi presenti in Sardegna.

In Sardegna si punta sempre più concretamente alla crescita delle imprese artigiane con l’obiettivo di arricchire il tessuto economico regionale. Questa è la direzione tracciata da Confartigianato, che ha sottolineato di fronte alla Commissione speciale del consiglio regionale tutti i vantaggi di un piano di crescita specifico per il settore. Grazie ad una serie di finanziamenti e di incentivi rivolti alle aziende della regione si potrebbero supportare i giovani imprenditori dell’isola. In questo modo sarebbe possibile porre un freno alla crisi economica che, ancora oggi, fa sentire tutto il suo peso sull’imprenditoria sarda. Qui di seguito, scopriremo qual è la situazione attuale dell’artigianato in Sardegna e quali sono le opportunità da cogliere.

La situazione dell’artigianato sardo e le opportunità di crescita.

Nonostante gli effetti della crisi, il tessuto imprenditoriale sardo sta conoscendo in alcuni settori uno sviluppo moderato ma interessante. Da un lato il comparto dell’artigianato locale stenta a decollare, pur essendo comunque stabile. Dall’altro, nel complesso, il bilancio fra neonate imprese e aziende che hanno chiuso i battenti è in positivo. Secondo il report di Movimprese, infatti, si parla di uno scarto pari al +0,54% in Sardegna, superiore di 0,02 punti percentuali rispetto alla media italiana. In questo scenario di timida ripresa, le nuove tecnologie costituiscono un settore chiave in cui investire. Le opportunità a disposizione delle piccole imprese locali sono numerose, basta saperle sfruttare a proprio vantaggio. Per fare un esempio, ci sono realtà tipo Vodafone che hanno offerte ADSL per le aziende personalizzate così da poter rispondere al meglio alle esigenze di ciascun tipo di business. Internet va dunque ad inserirsi nel set di potenzialità offerte dall’Industria 4.0, la quale include anche soluzioni tecnologiche a livello di hardware e software.

L’artigianato è rosa: le donne trainano la ripresa del settore.

In Sardegna le imprese artigiane locali parlano sempre più spesso la lingua delle donne. Stando ai dati divulgati dalle agenzie di settore, il 20,7% delle imprese artigiane in Sardegna è attualmente gestito da imprenditrici donne: si parla di quasi 40mila imprese, le quali danno lavoro a oltre 253mila dipendenti. Le imprese femminili, così come quelle maschili, possono inoltre contare sugli incentivi riservati alle aziende italiane under 35. Nella fattispecie, si parla dell’iniziativa “Nuove imprese a tasso zero” promossa da Invitalia che prevede finanziamenti fino a 1,5 milioni per impresa, con una copertura dei costi aziendali pari al 75%. È ovvio che questi incentivi si focalizzano su certi settori in particolare: oltre all’artigianato, anche il comparto turistico rientra in questa lista, insieme all’agricoltura, all’industria e al commercio di prodotti o servizi.

La Sardegna è stata una delle regioni maggiormente colpite dalla crisi, ma sta iniziando a rialzare la testa. Vale per le imprese rosa e per quelle trainate dai giovani a patto di sapere sfruttare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e gli incentivi loro destinati.

Condividi l'articolo